Martedì, 2 Marzo 2021

Sanità: litigiosità costa oltre 500 mila euro al giorno, conto da 170 mln nel 2020

In Toscana, Sicilia e Calabria il 43% delle spese legali sostenute

Sanità: litigiosità costa oltre 500 mila euro al giorno, conto da 170 mln nel 2020

Roma, 21 gen. (Adnkronos Salute) - E' salato il conto della litigiosità per la sanità italiana. Nel 2020, le spese legali per liti, da contenzioso e da sentenze sfavorevoli, sostenute dal comparto sanitario ammontano a quasi 170 milioni di euro, oltre 500 mila euro al giorno, con un esborso medio per ente sanitario di oltre 831mila euro. E, ancora, la litigiosità sanitaria pesa circa 3 euro su ciascun cittadino. A fare i calcoli è uno studio dell'Istituto Demoskopika, che ha analizzato il periodo dal 1 gennaio al 19 novembre 2020.


Sono le strutture sanitarie meridionali a essere più litigiose concentrando ben il 56,2% delle spese legali complessive liquidate, pari a 93,5 milioni di euro, seguite da quelle del Centro con 47,3 milioni di euro (28,4%) e del Nord con una spesa di 25,5 milioni di euro (15,3%). Sono tre, nel dettaglio, le regioni con le aziende sanitarie e ospedaliere più 'pasticcione' e, dunque, più onerose nei pagamenti effettuati per cause esecutive: Toscana, Sicilia e Calabria che, nel 2020, hanno generato spese legali per 72,2 milioni di euro, il 43,4% del totale. Sul versante opposto, i sistemi sanitari più 'pignoli' si sono dimostrati quelli di Liguria, Piemonte e Trentino-Alto Adige, con un esborso di appena 2,9 milioni di euro pari all'1,7% dell'ammontare totale.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: litigiosità costa oltre 500 mila euro al giorno, conto da 170 mln nel 2020

Today è in caricamento