rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Salute

Sanità: un medico su 2 ha subito aggressioni, report Fnomceo

Report su 5000 camici bianchi, il 4% è stato vittima di violenza fisica


Roma, 2 dic. (Adnkronos Salute) - Non solo le aggressioni di Capodanno a Napoli. I medici e gli operatori sanitari italiani sono sempre più spesso vittime di violenze, dal Nord al Sud. Ben il 50% degli operatori sanitari ha subito, nell'ultimo anno, aggressioni verbali mentre il 4% è stato vittima di violenza fisica, secondo i dati preliminari - in attesa di dati definitivi 2029 - di un'analisi della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo) tramite questionario online su 5000 professionisti sanitari (73% medici).


Dall'indagine è emerso che oltre il 56% di chi ha subito violenza è convinto che l'aggressione poteva essere prevista, anche se il 78% degli intervistati non sa se esistano o meno procedure aziendali per prevenire o gestire gli atti di violenza. Oltre il 38% degli operatori sanitari si sente poco o per nulla al sicuro e più del 46% è abbastanza o molto preoccupato di subire aggressioni.


Al questionario hanno risposto professionisti sanitari, per la maggior parte (il 73%) medici (ospedalieri, del territorio, convenzionati, liberi professionisti, di strutture pubbliche e private), seguiti da ostetrici (5%) infermieri (3%) odontoiatri (3%) e altri operatori, e in maggioranza (il 56%) donne. Sono arrivate risposte da tutte le Regioni, con in testa il Piemonte (circa il 21%), seguito dalla Lombardia (16%), dalla Puglia (12%) e dalla Toscana (9%).


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: un medico su 2 ha subito aggressioni, report Fnomceo

Today è in caricamento