Giovedì, 15 Aprile 2021

Vaccini: Usa, stop anti-influenza a famiglie migranti alla frontiera

Appello dei medici, 'sono morti già 3 bambini, fermiamo tutto questo'

Vaccini: Usa, stop anti-influenza a famiglie migranti alla frontiera

Roma, 21 ago. (AdnKronos Salute) - Il Governo americano non fornirà più i vaccini antinfluenzali alle famiglie di migranti che sono bloccate nei campi di detenzione alla frontiera con il Messico. Questo nonostante i medici abbiamo chiesto di "aumentare gli sforzi", visto che nell'ultimo anno tre bambini sono morti nelle strutture a causa di infezioni non controllate.


"Le morti infantili per influenza sono eventi rati - afferma alla Cnbs Jonathan Winickoff, docente di Pediatra all'Harvard University - Il tasso di mortalità negli Stati Uniti è di circa 1 su 600 mila casi. Finora, tre bambini sono morti su 200 mila persone detenute nelle strutture lungo il confine. Dobbiamo fermare tutto questo e dare una risposta urgente". Winickoff, insieme ad atri medici ed esperti, ha firmato un appello al Governo.


Secondo il docente, "le attuali condizioni in cui si trovano le persone in questi centri di detenzione, molto affollati, facilitano la diffusione di malattie infettive. Contrarre l'influenza indebolisce il sistema immunitario di un bambino rendendo più difficile combattere altre malattie". "Se le condizioni non migliorano - spiega Julie Linton, presidente dell'American Academy of Pediatrics Council on Immigrant Child and Family Health - molti bambini moriranno inutilmente".


Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini: Usa, stop anti-influenza a famiglie migranti alla frontiera

Today è in caricamento