rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Salute

Vaiolo scimmie: Vella, 'vaccinare italiani? 'Non ne parliamo nemmeno'

'E' un vaccino a virus vivo attenuato, che va maneggiato con cura'


Roma, 23 mag. (Adnkronos Salute) - "Non parliamo nemmeno di ricominciare a immunizzare con il vaccino antivaioloso". Il vaiolo delle scimmie "è una malattia che passa da sola. Ci sono anche dei farmaci antivirali che potrebbero aiutare". Quello contro il vaiolo "è un vaccino a virus vivo attenuato, che ha sterminato il vaiolo, ma va maneggiato con cura". Lo ha detto all'Adnkronos Salute l'infettivologo Stefano Vella, docente di Salute Globale all'università Cattolica di Roma, a margine del convegno al Senato 'Covid-19, preveniamoli nei più fragili', tornando sull'eventualità di riproporre, in caso di aumento dei contagi da vaiolo delle scimmie, l'immunizzazione contro il virus, interrotta in Italia nel 1981.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaiolo scimmie: Vella, 'vaccinare italiani? 'Non ne parliamo nemmeno'

Today è in caricamento