Venerdì, 7 Maggio 2021

Ecco come portare un po’ di Sicilia in ogni casa italiana

Si possono respirare i profumi e gustare i sapori siciliani anche mettendo in tavola i suoi prodotti tipici

La Sicilia è una terra accogliente e passionale, chi c’è stato lo sa e non può fare a meno di amarla. 
Le ragioni sono tante ed è facile capire perché quest’Isola così magica è tanto apprezzata. 
Sicuramente, il primo aspetto che colpisce è il panorama mozzafiato; a livello naturalistico, la Sicilia vanta paesaggi molto vari, con mare cristallino, vulcani, colline a perdita d’occhio, campagne di rigogliosi frutteti, isole e arcipelaghi di eccezionale fascino. 
Per non parlare dell’aspetto artistico e culturale: in ogni angolo ci si può imbattere in monumenti, templi e chiese, che racchiudono e narrano una storia affascinante che spesso ha radici lontane.
Le persone, poi, rispecchiano il calore dell’Isola: socievoli, allegri e conviviali, i siciliani “hanno carattere” e sono molto accoglienti. Grazie al loro temperamento sono davvero capaci di coinvolgere e far sentire a proprio agio chiunque visiti la loro terra. 
La Sicilia è inoltre ricca di tradizioni: molto sentite sono le feste locali, solitamente legate a celebrazioni religiose.  
Permangono anche simboli tipici del territorio, quali i coloratissimi carretti siciliani, realizzati da maestri artigiani, oppure il teatro dei Pupi a cui ancora oggi si può assistere. 
E, per chiudere in bellezza, la Sicilia è caratterizzata da una radicata e varia tradizione enogastronomica, arricchita dal mix di culture, ricette e ingredienti da cui trae origine. 
Apprezzatissimo lo street food siciliano, che propone prelibatezze quali panelle di ceci (frittelle con farina di ceci), crocchè (crocchette fritte fatte con patate lesse), pani câ meusa (panino con milza di vitello), stigghiole (budella di agnello arrostite) e i celebri arancini (riso fritto e farcito, di solito, con ragù, piselli e caciocavallo, oppure con prosciutto e mozzarella). 

Impossibile sottrarsi all’assaggio dei dolci siciliani, dove ogni morso racconta una storia e richiama tradizioni antiche.
Ci sono i dolci legati alle feste, come la Sfincia di San Giuseppe o il Buccellato, preparato in occasione del Natale. 
Ma esistono anche dolci golosità da gustare tutti i giorni. 
La granita con panna e brioche è una delle colazioni più gustose che si possano provare, mentre le preparazioni a base di pasta di mandorle hanno il potere di addolcire anche la giornata più difficile.
La cassata siciliana e il cannolo sono, senza dubbio, i più celebri dolci siciliani, conosciuti anche all’estero. 
Per non parlare del cioccolato di Modica, ormai esportato in tutto il mondo.

Portare profumi e sapori siciliani nella propria casa 

Non sorprende, quindi, che il non poter visitare la Sicilia provochi grande nostalgia del cibo, della gente, delle feste, del mare, dell’atmosfera di convivialità.  
Per sopperire alla mancanza e per respirare e assaporare un po’ di Sicilia anche a casa propria, si può optare per un amaro autenticamente siciliano: Amaro Averna.

Nato nel 1868 a Caltanissetta, Averna racconta la terra sicula, con tutte le sue sfumature e le sue tipicità.
Ad ogni sorso accompagna in un’esperienza multisensoriale grazie al suo gusto dolce-amaro unico e alla combinazione, perfettamente equilibrata, di erbe, liquirizia e spezie naturali, in cui si uniscono i profumi e le fragranze degli agrumi siciliani. 
Questi sentori si accompagnano agli aromi di mirtillo, rosmarino, ginepro e salvia, donando il caratteristico gusto morbido, avvolgente e leggermente amaro, che persiste piacevolmente nel palato. 
Un vero e proprio viaggio attraverso i sapori e i profumi della Sicilia più autentica. 

Piccoli trucchi per un’esperienza unica 

I siciliani amano godersi il buon cibo, così come il fine pasto e Amaro Averna risulta una scelta eccellente per concludere, al meglio, un pranzo o una cena in qualsiasi occasione conviviale. 
Ecco alcuni piccoli “trucchi” per assaporarlo al meglio. 
Per prima cosa, versate l’Amaro nel bicchiere con due-tre cubetti di ghiaccio, quindi aggiungete una scorza d’arancia spremuta per sprigionare gli oli essenziali ed esaltare gli aromi degli agrumi di Sicilia presenti nell’Amaro. 
Infine, degustate a piccoli sorsi, lasciandovi avvolgere dalle note di agrumi, erbe mediterranee e liquirizia.  
Ma i veri intenditori devono assolutamente assaggiare Amaro Averna anche abbinato ai dolci tipici siciliani, per vivere un autentico “momento siciliano”: accompagnato con il classico cannolo, con i dolci di pasta di mandorle o con il cioccolato siciliano offre il meglio di sé.

Chiudete gli occhi e vi sembrerà di essere in Sicilia.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco come portare un po’ di Sicilia in ogni casa italiana

Today è in caricamento