Sabato, 24 Luglio 2021
Chiedilo a loro

Torino: solo davanti alla porta, si gira e fa segnare il compagno

C'è un campo dove questo gesto è all'ordine del giorno. Scopri cos'altro può succedere!

Il giocatore con una corsa a perdifiato si avvicina alla porta avversaria, l’estremo difensore si accorge troppo tardi, basta un tiro per fare goal, ma… Incredibile: l’attaccante passa la palla al compagno dietro di lui che in un istante segna!

Una cronaca sportiva di questo tipo è difficile da sentire in serie A, ma a Torino c’è un luogo dove accade molto spesso, è il campo da calcio della scuola del Cottolengo, in cui Don Andrea fa crescere insieme bambini disabili e bambini normodotati, che sanno spontaneamente quando è il momento di dare una chance a un amico in difficoltà.

Dalle elementari alle superiori i ragazzi con problematiche fisiche, mentali o sociali hanno una vera possibilità di sviluppo nello scambio quotidiano con i loro coetanei. Guarda i loro volti e ascolta le loro parole nel video: non sono attori, sono i veri protagonisti.

La cosa che colpisce in queste immagini? L’orgoglio negli occhi dei bambini normodotati, che si abituano prima di altri giovanissimi all’impegno e alla soddisfazione che ne consegue. Al giorno d’oggi è una bella differenza, che aiuta a comprendere anche le proprie fortune e quindi a vivere meglio.

Balli di gruppo, attività in palestra, sport di squadra. Sono queste alcune delle attività condivise da tutti i ragazzi, tra cui molti autistici che vivono un nuovo spazio di comunicazione. E’ una delle storie vere rese possibili dall’8 per mille alla chiesa cattolica.

Torino ha due grandi stadi, ma solo in questo campo si vedono scene così! Guarda tu stesso il video trailer che CEI ha preparato per te. Non è che un piccolo assaggio delle storie che potrai trovare direttamente sul sito https://www.chiediloaloro.it/storie/2017/.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino: solo davanti alla porta, si gira e fa segnare il compagno

Today è in caricamento