Domenica, 26 Settembre 2021
Partner

Contributo 8xmille: un valore che concretizza valori

Ascolto, accoglienza e un supporto reale per i senza dimora di Caserta, tra le opere sostenute anche con il tuo aiuto

Anche quest’anno è giunto il momento della dichiarazione dei redditi, una pratica noiosa, certo, ma essenziale. Essenziale non solo per noi, costretti a fare il punto delle tasse da sborsare, ma anche per altri di cui spesso non teniamo conto. Questo perché compilare la dichiarazione dei redditi significa anche dover fare una scelta: a chi devolvere l’8xmille? Confessioni religiose o Stato? Molti appongono una semplice firma senza riflettere, ritenendolo un contributo talmente insignificante da non poter essere di nessun reale aiuto ad alcunché.

Eppure, il contributo 8xmille di ciascuno di noi può sembrare solo all’apparenza un piccolo valore ma, nella realtà, da esso e dal cumulo di tutti i contributi raccolti, si concretizzano in alcuni casi ben più grandi e importanti valori che di economico hanno poco o niente. Parliamo di accoglienza e di conforto, di speranza e di futuro, di solidarietà e di riscatto, valori portati avanti grazie alle tante opere realizzate e sostenute dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) in Italia e nei paesi in via di sviluppo, anche grazie alla raccolta annuale delle quote 8xmille a lei destinate dagli italiani. Un’occhiata alla mappa 8xmille della CEI può dare una panoramica reale dell’impegno di tanti volontari in tutto il mondo e della moltitudine di persone bisognose aiutate.

CEI_Citynews_native_Caserta_Emmaus_02-2

Come si può capire sono tanti i progetti che incarnano i suddetti valori e li rendono tangibili. Quest’anno la CEI si è riproposta di mettere in luce quelle storie che più ci toccano da vicino, perché avvengono a un passo da noi, in Italia, ricordandoci che il nostro è il Paese dei progetti realizzati, concreto nelle azioni, efficace nelle soluzioni e sempre pronto a tendere una mano al prossimo.

Un perfetto esempio di tale filosofia lo si scopre a Caserta dove, con il progetto Casa Emmaus, si dà accoglienza e conforto agli scartati dalla società, a coloro che vivono per strada senza un tetto sulla testa. L’iniziativa permette di offrire non solo pasti caldi e posti letto per i senza dimora così da consentire loro di affrontare l’emergenza freddo nel migliore dei modi, ma propone anche uno sportello di ascolto che li aiuti a riprogettare la propria vita e proiettarsi finalmente verso il futuro, senza doversi preoccupare solo di come arrivare a fine giornata. Inaugurata nel 2017 grazie proprio ai fondi 8xmille raccolti dalla CEI, Casa Emmaus dispone di sala da pranzo, bagni e stanze comuni, oltre che di un giardino di cui tutti gli ospiti imparano a essere responsabili. Parole d’ordine, quindi, sono accoglienza, conforto e speranza per un futuro diverso e migliore, che si può concretizzare, da un lato, grazie a un aiuto materiale rappresentato da pasti caldi, giacigli e un riparo, e dall’altro attraverso la relazione con i tanti volontari impegnati nel dare un supporto emotivo, nell’ascoltare e nel consigliare, azioni che permettono agli ospiti di rialzarsi e guardare avanti con fiducia.

In numeri, da novembre 2017 a oggi, Casa Emmaus ha assistito 60 persone senza dimora e lo ha fatto per 365 giorni all’anno, fornendo loro colazione e cena e mettendo a disposizione 25 posti letto. Grazie all’impegno constante di 30 volontari e al loro amore incondizionato per il prossimo gli ospiti si sono sentiti come a casa, in un ambiente accogliente, caldo e sereno. Casa Emmaus è una piccola casa che dona però grandi e concrete speranze. I cittadini stessi rispondono con generosità, donando tempo, abiti e coperte, perché Casa Emmaus ha fatto loro capire con i fatti che non è la strada dell’indifferenza e dell’egoismo a farti arrivare lontano.

Quest’anno, quindi, la CEI si rinnova nella comunicazione, dopo dieci anni legati al successo del progetto Chiedilo a Loro, e lo fa attraverso una serie di brevi video molto efficaci ed emozionanti, tra cui quello di Casa Emmaus. Matteo Calabresi, responsabile del Servizio Promozione Sostegno Economico della CEI e Stefano Palombi, regista dei nuovi spot, intervistati, ci parlano della nuova campagna informativa CEI, mettendo in luce proprio l’intento di voler concretizzare, con opere e azioni efficaci, i valori di cui il Vangelo si fa portatore nel mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributo 8xmille: un valore che concretizza valori

Today è in caricamento