Venerdì, 16 Aprile 2021

Cosa avete studiato oggi a scuola? Frutta e verdura, mamma!

Ecco l’iniziativa che cambia il modo di concepire la merenda per i più piccoli

Care mamme e cari papà, il mondo è cambiato, ve ne sarete accorti. Tante piccole abitudini, tra cui quelle alimentari, che prima parevano normali, oggi hanno assunto forme diverse, alcune decisamente migliori di un tempo, più sane.

E allora non dovete stupirvi se i vostri piccoli divoratori di pizzette e patatine, alla domanda Cosa avete studiato oggi a scuola?”, dalla quale non vi aspettate nulla diverso di un annoiato “Niente, mamma” o, quando va bene, “Matematica e grammatica”, risponderanno invece con un entusiasta Frutta e verdura, mamma!”. Né dovreste sorprendervi se, invece delle suddette pizzette, decidessero di loro spontanea volontà di portarsi come merenda a scuola un frutto, magari biologico.

Ora, va bene che il mondo è cambiato, ma questo piccolo miracolo quando è avvenuto? In un Paese, poi, l’Italia, tra i peggiori d’Europa per percentuale di bambini tra i 6 e i 10 anni obesi o in sovrappeso.

Ebbene, tutto è iniziato quando l’Unione Europea,ha promosso e avviato il ProgrammaFrutta e verdura nelle scuole” (coordinato in Italia dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo), un’iniziativa rivolta a oltre 1 milione di bambini tra i 6 e gli 11 anni che frequentano la scuola primaria. Il progetto, a partecipazione completamente gratuita, si propone l’obiettivo di incoraggiare già in giovanissima età uno stile di vita più corretto e sano attraverso una maggior conoscenza di alimenti freschi come frutta e verdura e un conseguente incremento del consumo di tali prodotti.

Toccati dall’iniziativa, non solo i bambini, ma anche gli insegnanti, che partecipano a specifiche iniziative di formazione sul tema dell’educazione alimentare e, ovviamente, le famiglie degli alunni, coinvolte insieme a questi in eventi e giornate dedicate all’argomento, come il Frutta Day e le Olimpiadi della Frutta o le tante iniziative ludico-didattiche, i corsi di degustazione, le visite a fattorie didattiche, l’attivazione di laboratori sensoriali, gli incontri con nutrizionisti e dietisti.

Grazie al programma “Frutta e verdura nelle scuole” i più piccoli imparano, dunque, ogni giorno, a conoscere e apprezzare prodotti ortofrutticoli freschi, prendendo confidenza con i benefici derivati da una corretta alimentazione e aumentando la propria consapevolezza su tutto ciò che riguarda questa tipologia di alimenti: dalla stagionalità, all’importanza della certificazione di qualità di prodotti a denominazione di origine (DOP, IGP) o di produzione biologica, fino ad approfondire le tematiche legate al rispetto dell’ambiente e alla riduzione degli sprechi dei prodotti alimentari.
ISMEA2_Immagine_800x600-2

Attività in classe e sul territorio, quindi, con distribuzione di tanti prodotti diversi, freschi e di qualità, da consumare in tutti i modi possibili (macedonie, estratti, frullati…) e tante lezioni alla scoperta dei luoghi dove nascono frutta e verdura (orti, frutteti, serre), dei metodi e dei tempi di semina e di raccolto, dei sapori di prodotti ortofrutticoli un tempo comuni ma oggi in via d’estinzione, delle diversità regionali e territoriali, della quantità e varietà di frutta da assumere giornalmente.

Il programma, sempre nell’ottica di promuovere un corretto stile di vita, ha presenziato anche, con uno stand dedicato, a uno dei più grandi eventi sportivi italiani, il Giro d’Italia. In questa 102° edizione del Giro, in ogni tappa vi è stata un’altissima affluenza di famiglie con bambini, ai quali sono state distribuite frutta e verdura fresche, coinvolgendoli in attività di edugaming digitali. Questo abbinamento è importante perché sport e alimentazione sana sono da sempre due facce della medaglia del benessere, e grazie al programma “Frutta e verdura nelle scuole” e a tutte le attività di accompagnamento organizzate, risultano scelte particolarmente vincenti, molto più che in passato, per crescere figli sani, consapevoli e in grado di apprezzare frutta e verdura.

Ad oggi, infatti, i risultati di tale programma sono confortanti, in quanto evidenziano una propensione crescente da parte delle famiglie e soprattutto dei più piccoli al consumo di prodotti ortofrutticoli anche in occasione di merende e spuntini, a dimostrazione che ciò che è stato seminato nelle scuole sta dando i suoi frutti anche a casa, in famiglia, e che ogni momento è buono per gustare frutta e verdure fresche.

Se sei un insegnante puoi far aderire la scuola dei tuoi alunni al Programma, semplicemente facendo richiesta sul sito dell’iniziativa, sul quale ci sono anche giochi a tema per i più piccoli e tante informazioni e curiosità dalle quali imparare. Se sei un genitore, puoi chiedere agli insegnanti di aderire a questa iniziativa!

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa avete studiato oggi a scuola? Frutta e verdura, mamma!

Today è in caricamento