Mercoledì, 14 Aprile 2021

Effetto Covid: e-commerce, uno dei settori più in crescita negli ultimi mesi

Le aziende sono a un bivio: adeguarsi o soccombere

Per le aziende italiane, il momento è molto delicato. La scelta, purtroppo, è semplice: chiudere bottega dopo mesi di blocco o tentare di andare avanti, pur con i tanti paletti imposti dalle norme di prevenzione sanitaria tutt'ora in corso.

Un'efficace soluzione, per molte attività, è stata affidarsi all'e-commerce. Un settore che, soprattutto in questi mesi di confinamento domestico, ha vissuto una crescita notevole grazie all'aumento dell'utilizzo di tecnologie da parte degli italiani e al doversi affidare sempre più spesso a servizi di acquisto online e di delivery.

E-commerce in Italia: una percezione che va modificata

Un vero e proprio cambio di prospettiva per i commercianti vecchio stampo, poco avvezzi alle tecnologie. Modificare il proprio modo di vendere, per garantire la continuazione del servizio ai clienti, anche a distanza, non è cosa da poco, eppure è un'opportunità che non può, oggi, venire accantonata con leggerezza. Certo, spesso significa tuffarsi in un mondo nuovo, con regole diverse e nuove competenze da apprendere. Ecco perché molte aziende italiane hanno fatto questo balzo nel web solo ora che si sono trovate con le spalle al muro.

Diversamente dagli altri Paesi Europei, l'Italia è infatti ancora molto reticente verso la tecnologia informatica. Quando si parla di aziende, poi, si è ancora più cauti che in privato.

Dalla parte delle aziende: approcciarsi al mercato digitale in modo semplice ed efficace

Eppure l'e-commerce funziona e in questi mesi ha tenuto a galla quelle stesse aziende che a esso si erano avvicinate con sospetto. Questo perché le imprese hanno trovato un valido interlocutore in grado di risolvere e dissipare dubbi e incertezze legate alla sicurezza dei pagamenti online e alla fiducia nel sistema e-commerce.

Questo interlocutore è eBay, uno dei più grandi e dinamici marketplace online esistenti, che ha raggiunto in questi mesi ottimi risultati, ben oltre le previsioni, confermando il trend positivo del settore. Trovandosi nella posizione perfetta per comprendere i motivi di questo spostamento in massa delle aziende sul web, eBay è stato in grado di assolvere con efficacia al compito di aiutarle, e guidarle, nella nuova avventura online, promuovendo un eCommerce che si integrasse con successo alle attività offline, in un’ottica di vendita multicanale.

Tra i progetti messi in campo da eBay per aiutare le imprese italiane ad aprirsi all’online, c’è la collaborazione con Confcommercio, con cui eBay ha sviluppato una serie di iniziative per agevolare questa storica transizione delle aziende italiane verso il mercato digitale, in un periodo tanto delicato a livello economico e imprenditoriale. In primis, l'attivazione di un corso di formazione online permetterà di scoprire come aprire un negozio di successo su eBay e come operare efficacemente nell'e-commerce, sfruttandone tutte le potenzialità. Un percorso formativo di 9 ore, tenuto da un professionista esperto, che prevede la possibilità di avere accesso a due settimane di esercitazioni pratiche con il supporto mail, esclusivo e costante, di un assistente eBay. Approfittare di questa opportunità, riservata alle imprese associate a Confcommercio, è semplice: basta registrarsi sulla pagina dedicata e seguire le istruzioni.

Oltre alla formazione, i due partner hanno poi strutturato una serie di promozioni speciali per stimolare e agevolare l'accesso delle imprese al mercato digitale: per i nuovi ingressi, eBay offre 12 mesi gratuiti per il negozio standard e 6 mesi gratuiti per il negozio Premium, con un ulteriore incentivo per chi entrerà nella piattaforma entro il 30 giugno: zero commissioni sugli articoli venduti per i primi tre mesi. Per gli associati a Confcommercio già presenti su eBay, è previsto invece un ticket di supporto gratuito da parte del team di eBay su come operare al meglio nell'online.

Dalla parte del consumatore: acquistare online è un'esperienza sicura e consapevole

Un'altra collaborazione, questa volta con l’Unione Nazionale Consumatori, ha permesso a eBay di fornire un servizio a tuttotondo, nell'ottica di rendere l'utente più sicuro e consapevole nella propria esperienza di acquisto: grazie alla nuova campagna di sensibilizzazione dedicata, la piattaforma – con il supporto di UNC – fa conoscere agli utenti i sistemi di sicurezza avanzati a protezione delle transazioni e insegna come riconoscere la presenza di tali sistemi sui siti online, consigliando di diffidare ad esempio di quelli che non presentano il simbolo del lucchetto. Ecco il primo video della campagna, nel quale un "anziano" Paolo Ruffini dimostra tutte le perplessità dell'italiano medio nei confronti del mercato digitale e dà qualche consiglio su come dissiparle, indicando i metodi di pagamento consigliati.

Come visto, negli acquisti online vanno sempre privilegiate carte di credito e di debito, prepagate e PayPal rispetto, ad esempio, al bonifico bancario. Questa la politica di eBay, che punta a sensibilizzare un approccio all'e-commerce più consapevole, nell'ottica di scongiurare il pericolo di truffe e raggiri informatici a maggior tutela del consumatore. Ed è ancora il simpatico Ruffini, nel secondo video dedicato alla campagna d'informazione, a spiegare come eBay abbia messo a disposizione dell'utente non solo strumenti efficaci, ma anche una grande community di supporto e un'apposita sezione "Regole", utili a rendere più piacevole l'esperienza di acquisto e vendita online e a migliorare la fiducia nei confronti delle oltre 35.000 aziende italiane presenti sulla piattaforma in qualità di venditori.

Avvertimenti questi che rafforzano, dunque, le aspettative di privati e aziende nei confronti del sistema stesso e ai quali eBay aggiunge politiche più specifiche di tutela del consumatore: gli utenti online godono della Garanzia Legale, valida due anni, per prodotti difettosi, a questa eBay aggiunge la Garanzia Cliente, che garantisce un contatto diretto con il venditore e un eventuale rimborso in caso di problemi con la merce. Oltre a queste garanzie, su eBay sono disponibili i sistemi di feedback sui venditori e i servizi di "Affidabilità Top" e "eBay Premium”.

Prima regola dell'e-commerce: dimenticare le vecchie abitudini e aprirsi al futuro

Insomma, è evidente che in Italia i passi da fare siano ancora tanti. La crisi sanitaria ed economica, però, ha fatto emergere qualcosa, l’e-commerce, che in realtà era sempre stata lì, a disposizione delle aziende e dei privati. Ora bisogna solo avere il coraggio di tuffarsi nel grande oceano del web, per guardare avanti con fiducia e con un partner affidabile a supporto, che può aiutare le aziende a integrare, in modo semplice e di successo, l’online nel loro business.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Covid: e-commerce, uno dei settori più in crescita negli ultimi mesi

Today è in caricamento