Martedì, 26 Ottobre 2021
Partner

Le meraviglie enogastronomiche del Veneto... e non solo

Una tradizione gastronomica, quella di una Regione, ben radicata nel territorio da generazioni

Oggi più che mai è possibile rintracciare le bellezze del territorio studiando e assaporando le tradizioni enogastronomiche dello stesso. Ogni regione italiana presenta aspetti di qualità e sostenibilità eccellenti, tanto da scatenare nei confronti dei turisti una forte varietà di scelta.

La cucina è di fatto un aspetto culturale e oggi è in grado di avvicinare sempre di più la comunità. Per i produttori locali, inoltre, è un modo di farsi conoscere e rendere noto al pubblico la storia della propria attività, la qualità della produzione e la filosofia che la domina.

Formaggi per tutti i gusti

Un evento in programma il 25 e il 26 settembre 2021 a Villa Contarini, a Piazzola sul Brenta, ben dimostra la volontà di celebrare tutto questo. Stiamo parlando di Caseus Veneti, l’evento punto di riferimento per il comparto produttivo e un appuntamento da non mancare per i consumatori che amano la qualità. L’evento, promosso dalla Regione Veneto, è giunto alle sua 17ª edizione ed è una vera e propria dimostrazione dell’immenso patrimonio caseario veneto. Un appuntamento gratuito che prevede degustazioni guidate, cooking show, mostra mercato e attività dedicate ai più piccoli.

Le novità dell’edizione 2021

Com’è nello stile di Caseus Veneti, sarà molto varia l’offerta. Centinaia i formaggi in gara e decine gli appuntamenti dove poter degustare le proposte di abbinamento. È possibile anche prenotarsi per diventare degustatori di pizza, ovviamente abbinate ai con i formaggi DOP.

Ma l’edizione di quest’anno presenta anche delle novità importanti. Innanzitutto il Primo Concorso del Panino Veneto Dop, destinato a pub e paninoteche della regione. I partecipanti saranno divisi per province, ad ognuna delle quali verrà assegnato un formaggio da valorizzare. Il miglior panino verrà votato prima da una giuria popolare e poi da quella tecnica. Inoltre, questa edizione per la prima volta esce dai propri confini e diventa internazionale. Saranno infatti ospiti dell’evento alcuni caseifici provenienti dall’Ungheria.

Non solo veneto quindi. All’interno di Caseus Veneti sarà possibile anche degustare prodotti enogastronomici di altre aree geografiche: del Friuli-Venezia Giulia, per esempio, o dei territori gardesani come l’olio Garda Dop, passando poi per il grande spiedo della Pro Loco di Sernaglia della Battaglia (TV) e per le bollicine del Consorzio Prosecco Doc e Consorzio Asolo Prosecco che accompagneranno le degustazioni.

Eventi collaterali

Diversi i dibattiti e le discussioni in programma. Nella giornata di venerdì 24 settembre Villa Contarini ospiterà il convegno internazionale, dedicato agli addetti del settore, volta a fare il punto sul settore europeo e sulle sfide future che i produttori dovranno affrontare. Parteciperanno produttori dalla Germania, Francia, Slovenia, Italia e Olanda, nonché rappresentanti di Università ed Enti di ricerca dei sopracitati Paesi. Nella mattinata di domenica 26 settembre, invece, a prendere la parola sarà anche Giuseppe Calabrese, in arte Peppone, volto noto di Linea Verde che indagherà il rapporto tra formaggio e territorio, con la presenza di relatori del settore lattiero caseario veneto.

Info utili e prenotazioni

Partecipare all’evento è facile. L’ingresso è gratuito, ma sarà necessaria la prenotazione sul sito.

Per tutta la durata dell’appuntamento verrà richiesto il massimo rispetto delle norme anti covid-19 e l’esibizione del green pass per i partecipanti.

Il percorso della mostra è a senso unico. Questa modalità, già sperimentata lo scorso anno, ha accompagnato le migliaia di visitatori in tutta sicurezza nell’ampio parco della villa tra mercatino delle eccellenze, mostra mercato dei caseifici, incontri con i casari e con la fattoria di Italialleva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le meraviglie enogastronomiche del Veneto... e non solo

Today è in caricamento