Giovedì, 6 Maggio 2021

Le incredibili storie che si ripetono ogni giorno alle 2:22.

Sembra esserci uno schema segreto che lega eventi incredibili a un orario prestabilito. Tutti i giorni alla stessa ora.

Chi non ha mai pensato, in un periodo pieno di accadimenti, che la vita è imprevedibile?

Anche chi crede nel destino pensa che ci siano dei punti di arrivo inevitabili nella vita, ma sui percorsi si preferisce credere nella possibilità di un nostro controllo, o almeno influenza.

Ma come cambierebbe il vostro pensiero se all'improvviso, ogni giorno alla stessa ora, iniziasse a capitare qualcosa di incredibile?

Siete in aereo, tornate a casa. All'improvviso il personale di bordo, con viso preoccupato, chiede di allacciarsi le cinture e restare calmi. Dal finestrino vedete che c'è un aereo che viene verso la vostra direzione.

Il panico. Passeggeri che urlano, chi invoca aiuto, pensieri confusi su cosa fare che si infrangono sull'impossibilità di poter fare alcunchè.

Pochi secondi che resteranno impressi come frammenti di eternità.

Il vostro aereo vira deciso, l'altro altrettanto e in direzione opposta.

Siete salvi.

Mentre cercate di placare il respiro accellerato e la tachicardia, guardate l'ora: 2:22.

Ok, siete persone razionali. Capita. Per fortuna è andata bene.

Il giorno successivo siete sul tram. Siete a lavoro, le vacanze sono finite.

In macchina verso un appuntamento.

Pensate per l'ennesima volta che si dovrebbe mangiare meno a pranzo quando si lavora. Che poi la digestione in estate scarica le pile e vi ritrovate a sbadigliare ogni 5 minuti mentre dovreste cercare di vendere l'improbabile al cliente.

Ma dietro a una curva spunta un cammello.

Inchiodate, spingendo sul freno fino a che il piede sembra grattare sull'asfalto.

Ma stavate andando veloci, e il povero cammello lo prendete in pieno.

Ma cosa ci fa un cammello a Milano!? Il verso di dolore della bestia vi rassicura sul fatto che almeno sia sopravvissuto. Scendete dalla macchina in totale caos, e quello trotterellando si allontana. Sbloccate il telefono per chiamare qualcuno: sul display l'ora segna le 2:22. Che strana storia.

Ora siete a piedi, con l'auto rovinata. Nell'inferno che passerete con l'assicurazione, iniziate a spostarvi con i mezzi pubblici. È passato un altro giorno e state tornando in ufficio dopo il pranzo. In ritardo, ma come può durare poco un pranzo dove si racconta di come avete investito un cammello?

Sul tram fa caldo, l'estate è vicina e gli odori diventano prepotenti. Vicino a voi una persona si appoggia alla vostra spalla. E inizia un pianto.

"Ho perso il lavoro della mia vita" singhiozza. E giù lacrime.

Cercate di calmarla: "Cos'è successo? Dai è estate, magari è una fortuna tutta questa libertà a luglio". Tra le lacrime una connessione inaspettata: "Lavoravo in un circo, ho lasciato aperta una gabbia ed è scappato un cammello. L'hanno investito."

Non ci credete, guardate l'ora: sono le 2:22. Ma una persona che conosci così, mica puoi lasciarla andare. Ci sarà un motivo se vi siete incontrati! Che fare?

E così ogni giorno, un evento incredibile ma puntuale, che inizia a fare capolino nel quotidiano.

Da diventare matti, no?

Vorreste sapere come finisce la storia? È una storia lunga, sarebbe dura leggerla tutta.

Meglio vederla con i propri occhi. Dal 29 giugno al cinema, ma intanto, godetevi il trailer:

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le incredibili storie che si ripetono ogni giorno alle 2:22.

Today è in caricamento