Mercoledì, 16 Giugno 2021
Partner

Torna “Batti il 5 con Frutta e verdura nelle scuole”, per educare i più piccoli a una corretta alimentazione

L’influencer di Youtube Fraffrog testimonial speciale del progetto di educazione alimentare del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali

In poco più di un anno il mondo è cambiato e così anche l’educazione dei nostri ragazzi si è dovuta adeguare. Oggi la didattica, anche quella destinata ai più piccoli, si alterna tra lezioni in aula e formazione a distanza, tra il buon vecchio zainetto di Spiderman o di Frozen e un super tecnologico tablet di ultima generazione. 

Ma se sono cambiati, in parte, gli strumenti, con questi ultimi si è dovuta adattare anche la modalità di interazione e d’insegnamento delle varie discipline, anche di quelle a cui non si pensa mai. Da qualche anno, ad esempio, in tante scuole italiane la materia più gettonata è...“Frutta e verdura”! Sì, a parte gli scherzi, parliamo di un Programma di educazione alimentare che si è ritagliato in poco tempo il proprio spazio nelle preferenze dei più piccoli. 

Crescere sani e consapevoli grazie a frutta e verdura

Come ha avuto successo questa materia? Con tante attività destinate ai bambini, in grado di unire istruzione, gioco e coinvolgimento di alunni, genitori e insegnanti. “Frutta e verdura nelle scuole” è infatti un Programma promosso dall’Unione Europea e realizzato in Italia dal ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, ed è organizzato dall’ISMEA. Il programma è rivolto ai bambini che frequentano la scuola primaria (6-11 anni) e ha lo scopo di incrementare il consumo dei prodotti ortofruttticoli e di accrescere la consapevolezza dei benefici di una sana alimentazione.

L’obiettivo dunque è sensibilizzare i bambini e le famiglie verso comportamenti alimentari corretti, riguardo a una fascia d’età che è destinata a crescere in un mondo in cui i concetti di sostenibilità ambientale e riduzione degli sprechi alimentari saranno sempre più preponderanti e all’ordine del giorno. 

DAD, influencer e social network: ecco come si coinvolgono oggi i nostri bambini 

Quest’anno, in cui in alcune scuole le lezioni si sono tenute anche in modalità DAD, si è deciso quindi di sfruttare ciò che, della tecnologia e del mondo online, attira tanto i più giovani: grazie alla collaborazione con Fraffrog, una giovane disegnatrice diventata una vera e propria influencer di Youtube amatissima dai bambini, il coinvolgimento degli alunni è stato altrettanto interattivo, curioso e divertente, tanto che i tre giorni dell’evento “Batti il 5 con Frutta e verdura nelle scuole!” hanno registrato il tutto esaurito con la partecipazione di circa 10.000 alunni di tutta Italia appartenenti alle scuole iscritte al Programma.

Nelle tre giornate di workshop con Fraffrog, i cui video sono sempre disponibili sul sito dell’iniziativa "Frutta e verdura nelle scuole", i bambini hanno imparato non solo tante nozioni e curiosità sulle varietà di frutta e verdura che compaiono sulle nostre tavole, ma sono stati anche coinvolti nelle attività di disegno creativo proposte dall’influencer: utilizzare gli scarti di cibo per dipingere e creare un Diario Alimentare da colorare giorno per giorno e da utilizzare per proporre challange ai propri amici e parenti su chi mangia più porzioni di frutta e verdura nella settimana. Grazie alla modalità a distanza, poi, i bambini, con l’aiuto di genitori e insegnanti, hanno potuto interagire in diretta con Fraffrog attraverso la chat, commentando e condividendo sui social network i propri capolavori realizzati con gli scarti della frutta e della verdura.

Tre giornate che sono state, ovviamente, solo una piccola parte di un’iniziativa più ampia, che prevede, accanto alla distribuzione di frutta e verdura fresche ai bambini in comode monoporzioni, anche altre attività. Nel caso di “Batti il 5 con Frutta e verdura nelle scuole!”,  ai workshop si sono aggiunti i collage e ritratti a tema frutta e verdura fatti con parti di giornale e la creazione di bio-orti, piccoli giardini realizzati con l’utilizzo di materiali di riciclo.

Imparare divertendosi: una formula vincente

Insomma, il mondo è cambiato, non c’è che dire, e i nostri bambini stanno cambiando con esso, maturando concetti nuovi legati al rispetto dell’ambiente e diventando più consapevoli di un tempo su quanto sia importante una corretta alimentazione per vivere in modo più sano e naturale. 

Il nostro compito di adulti è, dunque, insegnare loro il modo giusto di approcciarsi a questi temi e oggi lo possiamo portare a termine grazie a nuovi stimoli offerti dalle tante opportunità che il mondo là fuori offre: tecnologia e arte, ad esempio, unite alla fantasia e alla creatività che solo un bambino può esprimere, possono diventare una formula ideale nel loro coinvolgimento attivo.

E allora, l'appello è a tutte le scuole che intendono far partecipare i propri alunni alla prossima edizione dell'iniziativa: non perdete tempo, date un'occhiata al sito e iscrivetevi subito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna “Batti il 5 con Frutta e verdura nelle scuole”, per educare i più piccoli a una corretta alimentazione

Today è in caricamento