Lunedì, 27 Settembre 2021
Partner

La TV "E-Voluta": numeri e informazioni sul trionfo del 4k

Storia del consolidamento di una nuova esperienza visiva

Quando, non molti anni fa, i primi televisori a schermo piatto fecero la loro apparizione sul mercato segnando la condanna a morte degli apparecchi a tubo catodico, si fece strada l’idea che il progresso tecnologico in questo campo fosse arrivato, di fatto, al proprio apice. Quanto ci sbagliavamo!

L’assottigliarsi dello schermo non fu che un primo, piccolo passo di un percorso segnato da rivoluzioni tecnologiche destinate a cambiare radicalmente e per sempre le modalità di fruizione e di visione dei contenuti televisivi.

E ogni qualvolta si aveva la sensazione di aver raggiunto l’irraggiungibile, ciò che non poteva più essere superato, puntualmente un nuovo salto in avanti smentiva questa opinione.

Pensiamo al costante miglioramento delle definizioni delle immagini: quasi non abbiamo ancora smesso di meravigliarci per la straordinaria qualità delle immagini formato HD e siamo già entrati nell'era del 4k o ultra HD, con i suoi 8 megapixel contro i 2 del Full HD, che visivamente si traduce in immagini più dettagliate, maggior brillantezza dei colori garantita una risoluzione quattro volte più elevata.

TVSAT_DECODER-2

Se Il mercato del 4k, come spesso accade alle tecnologie di recente nascita, inizialmente era rivolto a una nicchia, ha recentemente allargato il proprio bacino: l’anno scorso, per esempio, sono stati distribuiti alle filiali di vendita ben 65 milioni di apparecchi, mentre per l’anno in corso le stime parlano gia? di 74 milioni di spedizioni pianificate. Ma c’è di più: secondo recenti analisi il mercato mondiale delle tv 4k raggiungerà il valore di 380,9 miliardi di dollari entro il 2025.

Trend seguito anche dall’Europa, dove le vendite di televisori 4K rappresentano circa il 22% dell’intero venduto sul mercato degli apparecchi televisivi.

Alla base di questo fenomeno, non c’è solamente il naturale consolidamento di una tecnologia e la sua conseguente maggior accessibilità economica, ma anche la comparsa di un’offerta contenutistica adeguata alle potenzialità del mezzo: solo la presenza di canali dedicati e che rendono possibile la fruizione di contenuti pensati per l'ultra HD rendono strategico e razionale l'acquisto di un televisore 4k. A maggior ragione se il servizio è gratuito.

Basti pensare in tal senso a Tivùsat, la piattaforma satellitare gratuita leader in Italia che, oltre a 40 canali in HD - tra cui l’intera offerta Rai e i principali canali delle reti Mediaset -, rende accessibile la fruizione di canali in 4k come Eutelsat4K1, Fashion Tv e soprattutto Rai4K, il canale Rai in Ultra HD dedicato a grandi eventi sportivi, fiction e documentaristica.

L’efficacia della piattaforma è garantita dalla trasmissione satellitare del segnale, l’unica in grado di poter gestire senza problemi il 4K, che richiede molta più banda di quella necessaria per un normale segnale HD, creando problemi a vaste zone d’Italia non ancora raggiunte dalla banda ultralarga, ma perfettamente coperte dal satellite.

Una nuova straordinaria esperienza di visione, da cui è impossibile tornare indietro, accessibile per l’utente e a costo zero: non resta che sintonizzarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La TV "E-Voluta": numeri e informazioni sul trionfo del 4k

Today è in caricamento