rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Partner

Panico da cartuccia finita? Ricevi l’inchiostro giusto al momento giusto!

Comodità, risparmio e flessibilità: le tre parole d’ordine dello stampatore seriale

Vi siete mai imbattuti in uno stampatore seriale? Molti di voi risponderanno “In un che cosa?”. Ebbene, sappiate che è normale, perché lo stampatore seriale non si vede molto in giro. È una figura sfuggente, di genere maschile o femminile, che ama poco la luce del sole e si avventura fuori casa solo in particolari circostanze, spesso nell’emergenza. Trattasi solitamente di lavoratore autonomo, più nello specifico di uno smartworker stacanovista che fa di un particolare strumento, la sua stampante di casa, la propria arma.

Già, una semplice stampante, nelle sue capaci mani, può generare una quantità di fogli mensile impressionante. Aggiungiamo anche che lo stampatore seriale, a dispetto delle apparenze, non è un solitario, ma spesso vive con moglie (o marito) e figli, che si afffidano spontaneamente a lui nel momento del bisogno, quando la necessità di dover stampare un qualsivoglia documento, solitamente della massima urgenza, diventa fondamentale: documenti d’identità, fotografie delle vacanze, ricerce scolastiche, moduli vari ed eventuali... insomma, non è un lavoro facile il suo, ma qualcuno deve pur farlo! E i tempi, in certi casi, sono tutto! Basta un intoppo e il meccanismo si inceppa, facendo cadere lo stampatore seriale in un panico da prestazione che va a ledere il suo amor proprio.

Eppure, determinazione e maestria nell’uso del mezzo, nulla possono contro una nemica infida e invisibile che si rivela solo quando ormai la situazione è compromessa: la luce rossa, quella che indica “cartuccia inchiostro esaurita”, è sempre dietro l’angolo. Quando lei compare... il mondo si ferma, il panico sale e il documento urgente, pronto per la stampa, rimane lì, a fissare lo stampatore dallo schermo, come a schernirlo. A questo punto, al nostro eroe rimane solo una possibilità: abbandonare la stampante al suo destino, alla mercé degli avvoltoi di famiglia, e mettere il muso fuori casa alla ricerca di una provvidenziale cartuccia sostitutiva.

Questo è ciò che succedeva al povero stampatore seriale fino a qualche tempo fa, perché oggi le cose sono cambiate: il suo non è più un lavoro così duro. Certo, le necessità di stampa rimangono, però ha finalmente risolto il problema della cartuccia che si esaurisce sempre nel momento sbagliato.

800x600_HP_Instant Ink_Home Delivery_Front Door_US_Kit_RGB-2

È HP, in qualità di produttore della stampante di casa, ad aver risolto magistralmente il problema con il servizio Instant Ink. Tramite una semplice connessione alla rete, la stampante HP, una volta che rileva l’inchiostro in esaurimento, attiva automaticamente l’ordine di una nuova cartuccia, ovviamente originale, e la relativa consegna a domicilio gratuita. Insomma, si riceve l’inchiostro ancor prima di rimanere senza.

Il servizio non è solo utile, ma anche flessibile e conveniente, perché HP mette a disposizione ben 5 piani di stampa mensile tra cui poter scegliere, a seconda che si stampino fino a 15, 50, 100, 300 o 700 pagine al mese. La flessibilità è data dal non essere vincolati in alcun modo al piano di stampa prescelto, potendo non solo disdire in qualsiasi momento l’abbonamento, ma anche passare agilmente da un piano all’altro nel caso di un mese in cui si prevedono volumi diversi di stampa.

La convenienza, invece, deriva da un risparmio effettivo sull’inchiostro che può raggiungere anche il 70%. Questo perché i piani di stampa sono calcolati sul numero di pagine stampate e non sulla quantità d’inchiostro utilizzato. Che significa? Per esempio che stampare una foto a colori costa esattamente come stampare un semplice foglio di testo in banco e nero. E il risparmio, poi, non sarà solo economico, perché ricevere una  nuova cartuccia direttamente a casa, permetterà innegabili vantaggi anche in termini di tempo sprecato e di stress evitato.

Risultato: il nostro stampatore seriale ha risolto tre problemi in un colpo solo grazie a Instant Ink, un servizio comodo, conveniente e flessibile: non deve ricordarsi il codice della cartuccia, né il modello della stampante, non deve muoversi da casa alla disperata ricerca di una cartuccia nuova, può modificare l’abbonamento scelto senza limiti e costi e soprattutto a un prezzo ragionevole potrà gestire in libertà la propria compulsione di stampatore seriale.

Insomma, deve solo scegliere il piano di abbonamento e al resto pensa HP,  fornendo l’inchiostro giusto al momento giusto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico da cartuccia finita? Ricevi l’inchiostro giusto al momento giusto!

Today è in caricamento