Mercoledì, 28 Ottobre 2020
Partner

Stress da rientro: come proteggere la vista

Ecco alcuni consigli per evitare che gli occhi incorrano in disturbi

Settembre volge al termine e, ormai, il momento del rientro dalle ferie è arrivato praticamente per tutti.

Se, usualmente, questo periodo poteva essere fonte di stress, quest’anno lo è ancora di più, data la crisi sanitaria affrontata e la pandemia tuttora in atto.

Dunque, è fondamentale cercare di gestire al meglio ciò che causa tensione, per evitare di esasperare una situazione già tesa.

Lo stress, infatti, si ripercuote su tutto il fisico: se è ben noto a tutti che la perdita di capelli e variazioni di appetito ne sono un segnale, può capitare di sottovalutare quello che può succedere agli occhi.

Questi organi così delicati, infatti, risentono molto del ritorno ai ritmi frenetici quotidiani e, quest’anno, devono affrontarli con un carico di tensioni pregresse.

Tale affaticamento può presentarsi attraverso alcuni disturbi, quali i tremori palpebrali e con visione offuscata o, in casi più gravi, addirittura con la perdita improvvisa della vista.

Per quanto riguarda i tremori, sono spesso causati da contrazioni involontarie di un piccolo muscolo, sollecitate dall'eccessivo rilascio di adrenalina (causato dallo stress); fortunatamente, tale disagio non ha ripercussioni cliniche e solitamente è temporaneo.

La perdita della vista, invece, potrebbe essere causata da un’infiammazione all'interno dell'occhio, oppure da un aumento della pressione intraoculare, probabilmente provocati dallo stress eccessivo.

Per ovviare a questi problemi, è consigliabile evitare o limitare il consumo di sostanze stimolanti, nonché cercare di dormire un numero adeguato di ore, provare a mangiare correttamente e fare un po' di sport per aiutare l’organismo a sciogliere la tensione accumulata.

Inoltre, se si lavora al pc, è buona norma prendere le dovute precauzioni, quali:

  • Evitare riflessi e bagliori sullo schermo
  • Al fine di facilitare la visione, posizionare lo schermo in maniera tale che la parte centrale si trovi a circa 10-15 gradi sotto gli occhi;
  • Mantenere una distanza dal monitor compresa tra i 50 e i 70 cm        
  • Scegliere un sedile che sostenga correttamente la schiena       
  • Fare delle pause ogni 20 minuti circa, permettendo agli occhi di riposare    
  • Sbattere le palpebre a intervalli regolari: chi lavora al pc, infatti, le sbatte circa un terzo in meno del normale   
  • In generale, concedersi frequenti pause. Questo permette non solo agli occhi, ma anche a spalle e schiena, di avere un po’ di sollievo

Se, nonostante gli accorgimenti presi, non si riesce a far fronte alla situazione, o si riscontrano problemi che mettono in allerta, è bene rivolgersi a dei professionisti, che possano aiutare a valutare la personale condizione e scegliere, insieme, la soluzione ottimale.

Clinica Baviera, ad esempio, vanta un’esperienza lunga 25 anni. Istituto Oftalmico Privato, ha fatto del miglioramento della qualità della vista delle persone la sua ragione d’essere.

Sempre attenta alla salute oculare e alla prevenzione, in piena pandemia la Clinica Baviera ha creato un breve video, in cui elencava 7 consigli per proteggere al meglio i propri occhi.

L’Istituto è presente in Europa con oltre 80 cliniche (Italia, Spagna, Germania e Austria). In Italia, in particolare, ha sedi a Milano, Torino, Varese e Bologna.

Clinica Baviera vanta un team medico composto da oltre 200 oftalmologi che ricopre diversi ruoli nelle varie unità specializzate presenti; in questo modo, può offrire un servizio completo per il trattamento dei problemi e delle patologie della vista, basato su criteri di qualità e sull'utilizzo delle più moderne tecniche di microchirurgia.

Clinica Baviera è leader europeo nella chirurgia laser refrattiva per miopia, astigmatismo e ipermetropia e nella chirurgia intraoculare per l’eliminazione della cataratta e della presbiopia.

Grazie ad un intervento rapido, indolore ed eseguito con anestesia topica, si possono ottenere eccellenti risultati. Le tecniche laser utilizzate sono la lasik e la prk (o lasek). In alternativa, è possibile l’applicazione di lente intraoculare o lente fachica. Ecco il video esplicativo.

Per maggiori informazioni, o per prenotare una visita, è possibile visitare il sito e selezionare la clinica di interesse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Stress da rientro: come proteggere la vista