Sabato, 6 Marzo 2021

L'arte, la creatività e il linguaggio universale delle bollicine

Humans 1821 è la campagna che racconta l'anima di un marchio fondamentale per il successo del Prosecco nel mondo

Oggi parliamo d’Italia, culla dell’estro e della capacità di progettare, e patria di giovani professionisti, in grado di interpretare una vita autentica e di maneggiare linguaggi nuovi e alternativi con sicurezza e creatività. Oggi riveliamo tre storie, che scopriremo attraverso l’occhio esperto e l’obiettivo del fotografo giramondo Matt Sclarandis, tre esperienze di vita che ci parlano di arte contemporanea in altrettante declinazioni diverse: design, musica, pittura.


Sono i racconti, in prima persona, fatti da tre professionisti italiani dall’anima cosmopolita, che si sono aperti, con il loro lavoro e le loro passioni, al mondo intero, portando oltreconfine e oltreoceano la parte più fresca e autentica dell’Italia: parliamo di Astrid Luglio, designer del prodotto specializzata nella creazione di oggetti in vetro, di Thomas Costantin, DJ, producer e compositore, e di Sofia Cacciapaglia, una delle pittrici figurative più apprezzate della sua generazione.


Quella di oggi, però, è anche la storia di ciò che, nella loro diversità, li unisce e accomuna, perché ciascuno di loro si fa comprendere nel mondo con un linguaggio che sa essere universale e contemporaneo, lo stesso di Zonin Prosecco.


È su queste premesse, infatti, che si basa la nuova campagna del brand vinicolo italiano Humans 1821 vuole parlare alle persone attraverso le persone, narrando la loro vita, i progetti, le ambizioni e le ispirazioni di chi ce l’ha fatta e non intende fermarsi. Una campagna che racconta un’Italia capace di progettare e creare, un’Italia che si apre al mondo. Humans 1821 fa tutto questo tramite tre personalità allo stesso tempo concrete e in grado di immaginare grandi cose. 


Zonin Prosecco vuole, dunque, riflettere chi lo ama, con tutta l’autenticità e la freschezza di un marchio self-confident, che diventa parte dello stile di vita di tantissimi amanti delle bollicine nel mondo. Un’attitudine e valori sinceri, che si fanno letteralmente persona nelle opere e nelle ispirazioni quotidiane di Astrid Luglio, Thomas Costantin e Sofia Cacciapaglia. I tre professionisti ci parlano di sé nei tre video che Humans 1821 ha loro dedicato, e nelle fotografie di Matt Sclarandis, che si possono ammirare anche sulla pagina Instagram di Zonin Prosecco.


Alle storie dei tre giovani creativi, si aggiunge, poi, una quarta storia, quella dello stesso Matt Sclarandis che, nel video dedicato al Brand Manifesto, , ci parla della sua esperienza di giramondo e del lavoro fatto con Zonin Prosecco in questa campagna Branded Content, nella quale compaiono, solo in qualità di comparse eccellenti, la bottiglia simbolo di Zonin, il Cuvée 1821, e il nuovo nato, il Prosecco Rosé 1821, in lancio proprio in queste settimane in Italia e sui mercati internazionali, entrambi risultato di una collaborazione con Pininfarina che ne ha curato il design e la grafica delle bottiglie.

Insomma, Zonin Prosecco si racconta e ci racconta qual è la sua idea di futuro, in alcuni video dal forte impatto visivo. Uno dei brand fautori del successo del Prosecco sui mercati internazionali, ci mostra, dunque, qual è il segreto di un così ampio apprezzamento nel mondo che dura da quasi 200 anni: non solo l’eccellenza nella qualità della produzione vinicola, ma anche l’innovazione continua in ogni aspetto dell’azienda, a partire proprio dalla comunicazione. Con la campagna Humans 1821, Zonin si è infatti dimostrato, ancora una volta, un precursore nel modo di parlare al proprio pubblico e a potenziali nuovi appassionati. 


Perché, secondo Zonin, non è solo il prodotto a dover parlare, ma a doverlo fare sono soprattutto le storie di chi lo fa vivere nel proprio stile di vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arte, la creatività e il linguaggio universale delle bollicine

Today è in caricamento