Sabato, 17 Aprile 2021

Rilanciare la produzione agroalimentare italiana dopo l'emergenza Covid-19

Ecco la nuova iniziativa a sostegno dei fornitori locali

Finalmente i momenti più bui della pandemia sembrano ormai alle spalle, la discesa è lentamente iniziata e in fondo al tunnel si comincia a intravedere la luce della ripresa.

Certo, ripartire non sarà facile: bisognerà ricostruire un tessuto sociale ed economico messo a dura prova dalle limitazioni imposte dalla quarantena, ripensare i flussi della filiera produttiva e riattivare i canali di distribuzione.

Una sfida ambiziosa – da affrontare con determinazione per lasciarsi indietro definitivamente questo periodo buio e affinché si possa tornare quanto prima alla normalità – a cui PENNY Market risponde presente.

Il discount alimentare del gruppo REWE, presente sul nostro territorio nazionale con ben 386 punti vendita, ha deciso infatti di parlare sempre più italiano lanciando l’operazione “Abbracciamo l’impresa italiana”.

Un’iniziativa coerente con la filosofia aziendale di PENNY Market – incentrata sulla valorizzazione dei produttori locali e tenendo sempre come obiettivo la soddisfazione dei clienti – e che si rivolge alle piccole e medie imprese del tessuto produttivo agroalimentare italiano.

PENNY Market infatti scommetterà sui fornitori locali e i loro prodotti – vere e proprie eccellenze enogastronomiche che si aggiungeranno al Made in Italy presente già al 70% negli assortimenti dei negozi – facilitandone sia l’ingresso all’interno dei canali distributivi della GDO sia un nuovo posizionamento a mercato, fondamentale per poter ripartire dopo l’emergenza Covid-19.

Ma non finisce qui! L’operazione “Abbracciamo l’impresa italiana” mira anche a infoltire le fila dei fornitori PENNY Market con nuovi produttori locali, così da restituire al consumatore finale un’esperienza di spesa coerente con le peculiarità del territorio in cui questo è radicato: un’unione, insomma, di eccellenza e tradizione strettamente interconnessa con il concetto di tavola a chilometro zero.

Per rendere tutto questo possibile, PENNY Market si muoverà in diverse direzioni: accesso diretto per i produttori locali ai buyer per rendere più fluido il processo di acquisto, riorganizzazione della logistica tramite accordi e sinergie con le piccole realtà di trasporti locali, miglioramento e implementazioni dei flussi per la verifica dei fornitori e il controllo della qualità dei prodotti e, infine, comunicazione dell’iniziativa attraverso attività di marketing.

PENNY Market, insomma, fa sul serio: i produttori locali e le PMI del territorio interessati al progetto possono scrivere all’indirizzo mail dedicato.

Una ripartenza tutta italiana è alla porte, e PENNY Market c’è!

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilanciare la produzione agroalimentare italiana dopo l'emergenza Covid-19

Today è in caricamento