Martedì, 15 Giugno 2021
Partner

I furti nelle abitazioni non calano, ma crescono i sistemi di sicurezza

Detrazioni fiscali fino al 50% per chi vuole installare un sistema di allarme

I dati ci dicono che i furti sono un problema per qualsiasi tipo di abitazione, tanto che ovunque sono in crescita le misure di sicurezza e l’utilizzo di tecnologie per proteggersi da eventuali incursioni esterne. Gli ultimi numeri d’altronde parlano chiaro: in Italia avviene un furto ogni tre minuti, per un totale di quasi 200mila vittime.

Le rapine all’interno di appartamenti non sono, ovviamente solo un problema Italiano, e nemmeno un fatto che riguarda solo le grandi città, ma è allo stesso tempo innegabile che queste ultime lo soffrano maggiormente: una città come Milano, per esempio, è tra le più colpite in assoluto, con più di 7.000 casi denunciati.

Un altro dato che dà conto di ciò che non funziona nel sistema sicurezza è il post furto: soltanto una denuncia su tre va in realtà a buon fine.

Le modalità di furto evolvono: perché dotarsi del giusto sistema di allarme

Nel tempo i ladri hanno cambiato le loro modalità di irruzione, per cui al di là dei soliti accorgimenti consigliati dalle stesse forze dell’ordine, come l’uso di portoni blindati, l’installazione di telecamere, tutelare gli accessi secondari, bisogna tenere in considerazione che anche i malintenzionati si sono ‘evoluti’. 

Alcune ricerche in questo senso evidenziano come siano in aumento, per esempio, i furti senza scasso. Questi possono avvenire quando non si lasciano tracce né si danneggia l’abitazione. Tra le ‘nuove’ tecniche rientra il cosiddetto home jacking – cioè l’irruzione dei ladri dentro casa per la via principale, magari con un escamotage che inganni i proprietari.

In casi come questo è persino difficile, per chi ha subito l’irruzione, dimostrare il furto e richiedere un eventuale risarcimento, proprio perché sono ‘assenti’ le tracce del ladro, mentre con un palese danneggiamento è molto più facile dimostrare l’effrazione. La situazione che si crea è dunque paradossale, ecco perché è necessario installare sistemi di allarme e di videosorveglianza che siano dispositivi efficienti al fine di garantire la massima sicurezza possibile e sgombrare il campo da ogni dubbio.

Per una sicurezza adeguata bisogna rivolgersi ai professionisti

Una scelta di questo tipo è quindi fondamentale per difendere la propria abitazione. Bisogna farlo, però, appoggiandosi a dei professionisti del settore, perché si sta investendo sul proprio futuro. Affidarsi a un’azienda leader nel campo della sicurezza significa avere alle spalle una vera e propria organizzazione, perché non basta installare un sistema di allarme, ma ci vogliono anche assistenza e interventi continui.

La sicurezza è infatti il risultato di più elementi complementari tra loro: mezzistrumenti e persone che vigilano. Per questo motivo i malintenzionati devono avere quante più ragioni possibili per desistere.

Detrazioni fiscali al 50% con il Bonus Sicurezza

Chi ha intenzione mettere in sicurezza la propria abitazione – ma non solo, perché parliamo anche di altri edifici – deve quindi rivolgersi a chi può offrire un’assistenza per l’intera giornata. Tra le aziende più affidabili in Italia c’è Corpo Vigili Giurati (CVG), i cui sistemi di allarme sono funzionali a più contesti: dagli appartamenti alle grandi strutture industriali. Ma la peculiarità sta nelle centrali operative7 giorni su 7 e 24 ore su 24, con più di 400 pattuglie e 1.200 guardie giurate, pronte a intervenire alla minima irruzione, presidiano di fatto il territorio, garantendo:

  • servizio di pronto intervento;
  • sistemi di sicurezza integrati con tecnologie di ultima generazione;
  • manutenzione tutti i giorni dell’anno e a tutte le ore.

Per chi è indeciso o cerca una consulenza c’è la possibilità di richiedere un sopralluogo gratuito per verificare tutti gli eventuali rischi alla sicurezza ed elaborare un sistema apposito: inoltre fino al 31 maggio si può approfittare del 20% di sconto su tutti i servizi di vigilanza e gli impianti di allarme.

È da ricordare, infine, che nell’ultima legge di bilancio è stato prorogato il Bonus Sicurezza, presente a sua volta nel Bonus Ristrutturazioni, per cui chi sceglie di installare un sistema di sorveglianza può usufruire anche di una detrazione fiscale del 50%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I furti nelle abitazioni non calano, ma crescono i sistemi di sicurezza

Today è in caricamento