rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Alcoa

Governo: "Due offerte per Alcoa". Fiom: "Allora fermare spegnimento impianto"

Il sottosegretario allo Sviluppo economico, De Vincenti, ha parlato di "manifestazioni di una certa importanza" per lo stabilimento di Portovesme". Immediata la reazione dei lavoratori: "Perché il Governo non chiede la fermata dello spegnimento?"

Alcoa. Due manifestazioni di interesse per sperare. E' il sottosegretario allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, a comunicare - tramite i microfoni di Radio Anch'io - "due manifestazioni di una certa importanza" per lo stabilimento di Portovesme.

Per Alcoa "ci sono state "di recente altre due nuove manifestazioni di interesse che giudichiamo di una certa importanza". Lo ha detto il sottosegretario dello Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, a "Radio Anch'io" in merito allo stabilimento di Portovesme a rischio chiusura.

"Sono da prendere in considerazione - ha aggiunto - ma è molto prematuro parlarne". De Vincenti ha spiegato che il riserbo è d'obbligo sui nomi di queste due imprese che andrebbero ad aggiungersi alla svizzera Glencore e alla Klesch.

Quanto alla manifestazione d'interesse della Glencore, De Vincenti ha ricordato che "ieri abbiamo chiarito definitivamente con Glencore alcune condizioni, come il costo dell'energia, che possono essere assicurate alla Sardegna nel suo insieme oltre che allo stabilimento e le condizioni proposte da noi tempo fa. Chiarimenti tecnici che sono stati accolti con soddisfazione da Glencore".

REAZIONE FIOM - "Oggi più che mai Governo e regione Sardegna dovrebbero intervenire su Alcoa per chiedere che si fermi il processo di spegnimento dell'impianto di Portovesme". A chiedere l'intervento delle istituzioni è il segretario Fiom-Cgil di Carbonia-Iglesias Franco Bardi. "Nonostante il ministero sostenga siano stati giudicati positivi i dati sulla fabbrica da parte dei tecnici della Glencore - ha sottolineato Bardi - anche oggi saranno spente otto celle. I nuovi soggetti possono essere anche otto o dieci, ma si deve mettere nero su bianco sugli strumenti utilizzabili".

Quindi la richiesta al Governo nazionale e regionale: "A fronte di tutti questi elementi, perché governo nazionale e regionale non chiedono la fermata dello spegnimento? Oggi ci sono gli elementi concreti, se è vero che ci sono per avviare in tempi rapidi una trattativa, oggi c'è la forza per poter chiedere all'Alcoa la fermata del processo di spegnimento dell'impianto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo: "Due offerte per Alcoa". Fiom: "Allora fermare spegnimento impianto"

Today è in caricamento