rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
la mossa / Verona

La deputata che prende sette multe e presenta un'interrogazione contro gli autovelox

L'Autovelox "sta penalizzando fortemente i residenti dei comuni limitrofi, per la maggior parte lavoratori pendolari". Ma li sindaco e il prefetto ribattono: "C'è la documentazione, è regolare, e qui si corre troppo"

Tantissimi automobilisti sono stati multati dall'autovelox "dei record", decine di migliaia. Tra questi c'è anche Alessia Ambrosi, deputata di Fratelli d'Italia. L'autovelox in questione è l'incubo degli automobilisti che passano da Pai, frazione di Torri del Benaco, sulla sponda veronese del lago di Garda. La sola deputata Ambrosi negli scorsi mesi avrebbe ricevuto ben sette multe, giustificando i suoi eccessi di velocità come una necessità, perché era in campagna e quindi "doveva correre". Così, Alessia Ambrosi ha presentato un'interrogazione parlamentare per eliminare una volta per tutte l'autovelox. Ma il sindaco racconta un'altra storia, anche sulle multe ricevute dalla deputata.

"Era in campagna elettorale, doveva correre"

La giustificazione della deputata per le multe ricevute è stata rivelata dal sindaco di Torri del Benaco, Stefano Nicotra. Durante una conferenza sulla sicurezza stradale della Gardesana orientale, il sindaco del comune in cui è installato l'autovelox ha detto: "L'autovelox è regolarissimo, c'è la documentazione che lo dimostra e la porteremo in Procura. Il problema è che si continua a correre sulla Gardesana".

Il sindaco ha poi parlato delle multe prese dalla deputata Ambrosi: "In Comune è arrivata anche la deputata di Fratelli d'Italia che ha portato il caso fino in Parlamento, dicendomi che lei a Pai ha preso sette verbali, ma non ha poi spiegato che quattro di questi erano perché aveva raggiunto una velocità di 90 all'ora, a cui sono seguiti 3 punti decurtati dalla patente, oltre alla somma delle contravvenzioni. Ha giustificato la velocità dicendo che era in campagna elettorale e doveva correre".

Nicotra ha poi aggiunto un aneddoto: "Anch'io ho preso 9 multe all'autovelox di Punta San Vigilio, nel Comune confinante al mio, ma non ho certo pensato di ricorrere. Mi sono solo dato del pirla".

Le mosse contro l'autovelox della deputata Ambrosi

"Faremo staccare la spina e lo faremo rimuovere da quel palo", aveva annunciato mesi fa Altvelox, dell'associazione nazionale consumatori Migliore Tutela, trovando un'alleata in Alessia Ambrosi: la deputata a febbraio ha presentato un'interrogazione alla Camera dei Deputati, rivolta ai ministri dell'Interno, delle Imprese e made in Italy e delle infrastrutture e trasporti.

L'interrogazione parlamentare della deputata Alessia Ambrosi sull'autovelox di Pai

Ambrosi sostiene che in due mesi e mezzo sono state inflitte più di 14mila sanzioni. "L'autovelox di Pai sta penalizzando fortemente i residenti dei comuni limitrofi, per la maggior parte lavoratori pendolari, che percorrono quotidianamente la Gardesana. – ha scritto – Quella strada non possiede i requisiti previsti dalla vigente normativa, considerato che l'installazione degli autovelox fissi è consentita soltanto lungo le cosiddette ‘strade a scorrimento', ovvero carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico. Gli autovelox fissi possono essere autorizzati dalla Prefettura esclusivamente dopo un sopralluogo e soltanto previa dimostrazione che la strada sia effettivamente considerata pericolosa per l'incolumità degli automobilisti".

In attesa che i tre ministri della sua stessa maggioranza rispondano all'interrogazione, il prefetto di Verona, Donato Cafagna, ha replicato pubblicamente alla deputata: "La polizia stradale ha confermato in un rapporto che non esistono problematiche relative all'omologazione. I sindaci devono fare squadra a tutela della vita degli utenti della Gardesana, che è la strada con la più alta pericolosità e incidentalità, soprattutto per gli utenti fragili, quali ciclisti, motociclisti e pedoni".

Continua a leggere le ultime notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La deputata che prende sette multe e presenta un'interrogazione contro gli autovelox

Today è in caricamento