rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Politica Roma

Deputata Pd aggredita dopo il no al taglia-stipendi: "Carabinieri mi hanno salvato da attivista M5S"

La stessa Alessia Morani ha detto di stare bene, ma che è dovuto intervenire un carabiniere per salvaguardare la sua sicurezza. Tutto sarebbe successo in via della Missione, a pochi metri dal luogo dal presidio pentastellato a Montecitorio

L'onorevole del Partito Democratico Alessia Morani ha dichiarato di essere stata vittima di un’aggressione da parte di un attivista del MoVimento 5 Stelle a Montecitorio. Una giornata tesa quella di ieri alla Camera dei Deputati con gli attivisti pentastellati che, chiamati in piazza da Beppe Grillo, manifestavano per il voto sul disegno di legge presentato dalla deputata M5S Roberta Lombardi. Dopo il voto della Camera che ha in pratica archiviato la legge taglia-stipendi per i parlamentari è scoppiata la protesta.

La stessa Morani ha detto di stare bene, ma che è dovuto intervenire un carabiniere per salvaguardare la sua sicurezza. Tutto sarebbe successo in via della Missione, a pochi metri dal luogo dal presidio pentastellato, mentre la deputata era impegnata con la troupe di Sky per una breve intervista.

"Mentre stavamo iniziando si è avvicinato un uomo di mezza età che ha cominciato a riprendermi con il suo IPad - racconta Alessia Morani - Ha iniziato a chiedermi con voce concitata "ti sei dimezzata lo stipendio? Dillo che ti sto riprendendo e ti metto sul web, eh stronza ti sei dimezzata lo stipendio o no? Dimmelo forza che ti riprendo!". Io non ho risposto alla provocazione e allora si è arrabbiato ed a iniziato ad urlare "stronza stronza hai votato o no per dimezzarti lo stipendio?". Poi ha iniziato a venire verso di me gridando con fare minaccioso e prima che potesse mettermi le mani addosso è intervenuto un carabiniere che prontamente lo ha trascinato via".

Ma la polemica con i 5 Stelle era iniziata già prima: la Morani aveva iniziato infatti postando una fotografia di piazza Monte Citorio dall’alto che mostrava l’esiguità dei numeri della manifestazione dei grillini e ironizzando sul complotto dei frigoriferi evocato stamattina da Virginia Raggi.

Prima ancora il Movimento 5 Stelle aveva annunciato una querela contro la stessa Morani rea di essere intervenuta nella trasmissione Agorà su Rai 2 dichiarando che i portavoce M5S arrivano ‘a prendere 11 mila euro al mese, che non si sono dimezzati, nè l’indennità nè lo stipendio e che sono diventati la casta.

alessia morani agora-2

"Le espressioni utilizzate dalla parlamentare del Pd  - si legge in un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo - sono solo menzogne e non corrispondono alla verità dei fatti. Gli eletti in Parlamento del M5S , si sono tagliati lo stipendio a 5.000 euro lordi (circa 3.000 euro netti), hanno rinunciato e restituiscono le indennità di carica e rendicontano le loro spese restituendo quanto non speso. E’ tutto controllabile su www.tirendiconto.it."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deputata Pd aggredita dopo il no al taglia-stipendi: "Carabinieri mi hanno salvato da attivista M5S"

Today è in caricamento