rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022

Una settimana da deputato, il vitalizio è di 2163 euro: "Non mi vergogno"

Angelo Pezzana, ex deputato dei Radicali, versò 60 mila euro e, fino ad oggi, ne ha ricevuti ben 650 mila: "Il vitalizio è un mio diritto"

"Non ho fatto e non faccio l'eroe. Non mi vergogno del vitalizio. La legge me lo consente, la legge era quella. Cosa dovevo fare? Dire di no mentre tutti dicevano di sì?". Angelo Pezzana, ex deputato dei Radicali, nel lontano 1979 passò ben nove giorni alla Camera.

Un'esperienza che gli è valsa un vitalizio da record: 2163 euro al mese. Così allora prevedeva la legge, come ha ricordato il diretto interessato ai microfoni de La Zanzara. 

Al tempo Pezzana versò 60 mila euro e, fino ad oggi, ne ha ricevuti ben 650 mila. Lui non si scompone. "Il vitalizio è un privilegio per legge. Ho seguito la legge e non ho niente da rimproverarmi. Tutto qui". Incalzato dai due conduttori, Giuseppe Cruciani e David Parenzo, Pezzana risponde sempre più stizzito. Insomma, rinuncerebbe o no al suo lauto stipendio?  

"Non ci penso proprio, nel modo più assoluto. E’ un mio diritto, ho osservato la legge. Non mi vergogno. Ho versato dei soldi e non mi sento in debito con nessuno. Mi guardo al mattino allo specchio e non mi rimprovero nulla". 

Fonte: La Zanzara →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una settimana da deputato, il vitalizio è di 2163 euro: "Non mi vergogno"

Today è in caricamento