rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Politica Italia

"D'Alema non ha più un posto nella politica: nel Pd c'è una schizofrenia ideologica"

"Nel Pd si gioca sporco, la scissione la vuole solo la maggioranza che appoggia Renzi". Ileana Argentin, deputata Pd, racconta il mal di pancia che agita le riunioni del partito di Governo poi attacca D'Alema: "Contro Renzi chi vuole solo mantenere il proprio consenso"

"La scissione nel Pd? Credo sia più un problema sollevato dalla maggioranza del Partito Democratico piuttosto che da una decina di scalmanati della minoranza dem". Ileana Argentin, deputata cuperliana del Pd racconta il mal di pancia che agita le riunioni del partito di Governo.

"Non sono di certo una margheritina - spiega l'onorevole Argentin a Today.it - vengo dall'ala sinistra del partito, ho votato Bersani e contro il Job Act, perché dà la possibilità ai datori di lavoro di scegliersi i disabili "utili", ma diamo a Cesare quello che è di Cesare: Matteo Renzi sta facendo un buon lavoro". 

"Ho votato sì alla Riforma costituzionale anche se non mi convincono le modifiche al titolo V, ma questo non deve essere più il momento del confronto all'interno di un partito che ha votato ben due volte la fiducia in Parlamento. Chi ora ingaggia questa battaglia interna al Partito è animato da una schizzofrenia ideologica ma quanto più immagino abbia avuto paura di perdere la propria poltrona".

Onorevole, il suo è un attacco diretto a chi come lei fa parte di una minoranza tutt'altro che silenziosa
"Ho le mie idee ma seguo la regola di partito, questo non mi permette di mettere sempre e comunque in discussione la parte più centrista del Pd: essere "cuperliani" non vuol dire essere anti Renzi".

Un endorsment il suo al presidente del Consiglio?
"Oggi si grida al no solo per mantenere il proprio consenso personale e dar forza alla propria immagine. Renzi è il mio segretario, non chiacchiera ma è concreto e sta ottenendo risultati cambiando un sistema paralizzato. Per i disabili l'impegno del Governo non ha pari negli ultimi 15 anni: i capitoli di spesa per il sociale erano sempre privi di finanziamenti ma ora ci sono 80 milioni di euro per l'eliminazione delle barriere architettoniche e 180 milioni stanziati per la legge "dopo di noi". Non mi pare che altri negli ultimi venti anni abbiamo ottenuto lo stesso".

Ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale?
"Massimo D'Alema ha fatto tanto ma ha dato. Non ha più un ruolo nella politica e ora il suo operato è animato solo da un sentimento di opposizione. Detta alla romana sta rosicando".

Lunedì approda in Aula a Montecitorio la prima proposta di legge firmata dal Movimento 5 Stelle che mira a dimezzare gli stipendi dei parlamentari, lei la voterà?
"Devo ancora leggere il testo, ma in linea generale sono daccordo con il tema: noi parlamentari abbiamo stipendi eccessivi, io stessa devolvo parte del mio compenso in beneficenza".

Le posso chiedere quanto?
"Riesco a mettere da parte per le donazioni circa 3500 euro ogni 40 giorni".

I sondaggi sul referendum del 4 dicembre vedono un sostanziale pareggio tra sì e no, Lei come voterà?
"Voterò Sì al referendum e contrasterò chi voterà No. Anzi mi è più facile votare Sì anche perché D'Alema vota No". 

Almeno un italiano su due si recherà alle urne ma il 20% è ancora indeciso. La mattina del 5 dicembre Matteo Renzi sarà ancora il presidente del consiglio?  
"Renzi è un uomo fortunato"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"D'Alema non ha più un posto nella politica: nel Pd c'è una schizofrenia ideologica"

Today è in caricamento