rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Il caso

Sicilia, i deputati regionali si alzano lo stipendio: 12mila euro al mese

Laconico il commento del governatore Schifani: l'assemblea "ha agito in autonomia" e "in ottemperanza a una legge". All'attacco Davide Faraone (Italia Viva): "Uno schiaffo ai cittadini"

I deputati dell'Assemblea Regionale Siciliana hanno aumentato il loro stipendio di 890 euro lordi per compensare l'aumento del costo della vita determinato dall'inflazione, portando i loro emolumenti da 11.100 a 12 mila euro lordi al mese. E com'era prevedibile la notizia non è passata inosservata. 

L'aumento di stipendio per i deputati è arrivato con l'approvazione del bilancio interno dell'Assemblea regionale siciliana (Ars) votato in aula che prevedeva, come precisato in una nota integrativa, un adeguamento secondo la variazione dell'indice Istat del costo della vita. Una maggiore spesa, per circa 750 mila euro, che comporterà un incremento di 10.700 euro per ciascuno dei 70 parlamentari, ovvero circa 890 euro lordi al mese ciascuno. Le spese dell'Ars passano così dai 10,45 milioni dello scorso anno a 11,2 milioni per il 2023. 

L'aumento era stato preventivato anni prima, più precisamente con l'approvazione della legge regionale numero 1 del 4 gennaio 2014. "Occorre precisare - si legge nella nota integrativa allo schema di bilancio 2023-2025 - che le voci fondamentali, costituite dall'indennità parlamentare e dalla diaria, sono state modificate per tenere conto del limite complessivo di 11.100,00 mensili previsto dalla legge. La stessa prevede che la misura del trattamento sia soggetta ad adeguamento secondo la variazione dell'indice Istat del costo della vita".

Schifani: "Hanno agito in autonomia". Faraone: "Uno schiaffo ai cittadini"

In ogni caso l'adeguamento votato in aula sta facendo discutere. Il presidente della Regione Renato Schifani ha spiegato che l'aumento è stato deliberato "in ottemperanza a una legge", sottolineando però che l'Ars ha agito "nella sua piena autonomia che va rispettata". Un modo di smarcarsi? Ad andare all'attacco a testa bassa è invece il senatore di Italia Viva Davide Faraone ed ex deputato dell'Ars. Secondo Faraone, quella dell'adeguamento automatico è "una fake news bella e buona, una bugia: lo scatto può essere bloccato, anche in Sicilia, come ogni anno, dal 2006 a oggi, viene fatto dall'ufficio di presidenza della Camera dei Deputati".

"La verità - dice il senatore - è che l'aumento della diaria, per i 70 deputati regionali, è uno schiaffo in pieno volto ai cittadini che vedono crescere il costo delle bollette, del carburante, della spesa, la rata del loro mutuo, mentre i loro stipendi, le loro entrate, rimangono pietrificati, immobili, nessun adeguamento, nessuno scatto per tutti i poveri cristi. Rinunciano semmai ad una pizza, al riscaldamento, tengono l'auto in garage, a volte rinunciano a curarsi". 

Il post di Davide Faraone

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicilia, i deputati regionali si alzano lo stipendio: 12mila euro al mese

Today è in caricamento