rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022

"Mia moglie mi tradiva con Berlusconi": giornalista Rai cita in giudizio Silvio

Si infittisce il caso relativo alla separazione tra Antonella Ruggiero, consigliera Pdl in Regione Campania, e il giornalista Gianni Porcelli. I legali del marito chiedono di convocare in tribunale l'ex premier

Il matrimonio tra Gianni Porcelli, giornalista Rai, e Antonia Ruggiero, consigliera Pdl in regione Campania, messo in crisi da Silvio Berlusconi? A leggere quanto messo nero su bianco dai legali del marito, sembrerebbe proprio di si.

E così quello che doveva essere un semplice divorzio si sta trasformando in un vero e proprio caso politico nazionale. I fatti risalgono a diversi anni fa ma solo ora stanno diventando di pubblico dominio.

Il marito, oggi 65 enne, era "da sempre" a conoscenza del rapporto di amicizia tra la moglie e il presidente del Pdl. Ma ad un certo punto ha iniziato a sospettare che ci fosse qualcosa di più, tanto da arrivare a chiedere, nell'estate del 2012, la "separazione personale con addebito di colpa al congiunto".

"L'ex premier" scrivono i legali di Giovanni Porcelli come riporta Il Mattino "avevano già omaggiato i coniugi Porcelli in occasione delle loro nozze di un importo di 50 mila euro, arrivando poi ad elargire alla coppia per l'acquisto della futura casa coniugale una somma lievitata fino a un milione e 250 mila euro, bonificiata in favore di Antonia Ruggiero, su un conto corrente acceso a suo nome nel mese di ottobre 2005, attraverso l’intervento del dottor Giuseppe Spinelli, collaboratore e factotum di Silvio Berlusconi.

Ma gli aiuti di Berlusconi alla bella consigliera non si fermano e arrivano a diventare di tipo politico: e così Antonia Ruggiero nel 2010, riesce ad essere eletta in Regione.

Berlusconi "favoriva e sosteneva, fatto noto ai più, anche l’elezione della ricorrente nel consiglio regionale della Campania nel mese di marzo 2010. La signora Ruggiero sempre aveva rassicurato il marito che la generosità dell’onorevole Berlusconi trovava giustificazione unicamente nel loro forte legame solo amicale. Pur tuttavia riguardo al rapporto della signora Ruggiero con il Cavaliere non mancavano di circolare voci e pettegolezzi di cui il Porcelli, riponendo piena fiducia nella moglie, e credendo nella onestà e lealtà della stessa, non si era mai curato".

Purtroppo "a dispetto di quanto la Ruggiero volesse fargli credere, la relazione sentimentale da anni intrapresa con il Cavaliere Berlusconi non si era di fatto mai interrotta. Del resto la Ruggiero – si legge ancora – sotto lo schermo della dichiarata amicizia, e poi dell’impegno politico, ha continuato ad avere col Berlusconi frequenti contatti che favorivano qualsiasi relazione".

Immediata, la replica (pubblica) di Antonia Ruggiero: "E' una meschina strumentalizzazione politica. E' una vicenda estremamente dolorosa che inevitabilmente coinvolge mio figlio, un bambino di pochi anni, costretto ad assistere a un'opera di sciacallaggio".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mia moglie mi tradiva con Berlusconi": giornalista Rai cita in giudizio Silvio

Today è in caricamento