Domenica, 24 Ottobre 2021
Forza Italia

Berlusconi non è più "Cavaliere": dimissioni prima dell'espulsione

Il leader di Forza Italia ha anticipato l'esito dell'esame da parte della Federazione nazionale dei cavalieri del lavoro e si è autosospeso. Da oggi l'onorificenza è revocata

Silvio Berlusconi non è più "Cavaliere del lavoro". La notizia è arrivata direttamente dal consiglio direttivo della Federazione nazionale dei cavalieri del lavoro che ha così concluso l'annunciato esame della posizione del leader di Forza Italia. Un esame "dovuto" dopo la sentenza di condanna della corte di Cassazione per frode fiscale. 

Ma la "notizia nella notizia" è che prima dell'espulsione da parte della Federazione sono arrivate le "dimissioni" di Berlusconi che si è autosospeso, rinunciando così di fatto all'onorificenza.

"Nelle fasi conclusive di questa procedura - si legge in un comunicato - alla vigilia della riunione odierna è pervenuta alla Federazione nazionale dei cavalieri del lavoro una lettera di autosospensione di Silvio Berlusconi, pur avendo egli fatto ricorso alla Corte di giustizia europea nonché avendo in corso di presentazione una istanza di revisione del processo che lo ha riguardato. Il consiglio direttivo ha preso atto dell'autosospensione".

Così, da oggi - mercoledì 19 marzo - Berlusconi non potrà più essere chiamato Cavaliere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi non è più "Cavaliere": dimissioni prima dell'espulsione

Today è in caricamento