Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Berlusconi: "Sì all'accordo sulla legge elettorale, no a governo di larghe intese"

La precisazione in una nota a firma Forza Italia. Nel frattempo a nella capigruppo a Montecitorio Pd, Fi, M5S, Lega e Sc-Ala hanno votato compatti: l’aula della Camera approverà la legge elettorale entro la prossima settimana

"L'accordo sulle regole elettorali fra le principali forze politiche non prefigura alcun accordo per la prossima legislatura". A precisarlo è Silvio Berlusconi in una nota sulla legge elettorale dopo un incontro con i capigruppo di Forza Italia di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani. "Non ci sono - sottolinea - grandi coalizioni, ma soltanto la corretta condivisione delle regole elettorali".

Forza Italia ribadisce l'esigenza di applicare il sistema tedesco, compatibilmente con il dettato della nostra Costituzione. Questo significa sbarramento al 5%, liste proporzionali di lunghezza adeguata, metodo proporzionale di attribuzione dei seggi su base nazionale, analogo a quello utilizzato in Germania, escludendo qualsiasi ipotesi di voto di preferenza".

L’aula della Camera approverà la legge elettorale entro la prossima settimana. È quanto è emerso dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Il testo andrà in aula lunedì 5 giugno come chiesto da una larghissima maggioranza composta da Pd, Fi, M5S, Lega e Sc-Ala.

L’esame degli emendamenti inizierà martedì 6 e, da calendario, tutta la settimana, compreso venerdì 9 con eventuale prosecuzione notturna, sarà dedicata alla legge elettorale. Le ore stabilite per il dibattito sono 22, quindi è altamente probabile che la discussione si chiuda in un paio di giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi: "Sì all'accordo sulla legge elettorale, no a governo di larghe intese"

Today è in caricamento