Venerdì, 27 Novembre 2020

Berlusconi parla dopo il malore: "Ho avuto paura, mi sono affidato a Dio e ai medici"

In un'intervista al Corriere della Sera l'ex premier annuncia che tornerà in campo per le elezioni europee: "Il governo gialloverde? Fa male alle imprese, non durerà"

Silvio Berlusconi (ANSA)

"È stato molto doloroso, ora però è passato. Tutti sanno che i dolori, le disavventure fisiche non mi hanno mai fermato. L’unica malattia inguaribile che mi affligge da sempre è l’ottimismo". Lo dice il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un'intervista al 'Corriere della Sera' rilasciata dal letto dell'Ospedale San Raffaele di Milano, dove l'ex premier era stato portato martedì dopo un malore accusato durante la notte. "Ho avuto paura, lo ammetto", dice Berlusconi. "Ho accettato anche questa prova affidandomi a Dio e alla professionalità straordinaria del professor Zangrillo, del professor Rosati e dei loro collaboratori".

Berlusconi, domani le dimissioni

L'ex premier dovrebbe essere dimesso domani dopo l'intervento per occlusione intestinale. Ma di mettersi a riposo non ci pensa proprio. Anzi, è già concentrato sulle Europee. Forza Italia per essere rilevante dovrebbe superare la soglia del 10%, ma Berlusconi va oltre: "Solo il dieci? Nella mia vita, specie quando facevo l'imprenditore a tempo pieno, ho sempre seguito una regola: mai mettere un limite ai propri traguardi, alle proprie ambizioni". E annuncia che riprenderà la campagna elettorale. Il governo gialloverde? Secondo Berlusconi "non durerà" perché "fa male alle imprese e fa perdere posti di lavoro. Salvini è tenuto in scacco dai Cinque Stelle".

La profezia di Berlusconi: "Ecco perché il governo non durerà"

"Saranno gli accadimenti concreti a determinarne la crisi - dice l'ex premier -. Non le dinamiche parlamentari, ma le troppe imprese che chiudono, i posti di lavoro che mancano... Il Paese reale chiederà presto il conto a quello virtuale rappresentato sui social".

"Salvini - osserva Berlusconi - è una formidabile macchina da comizi, ha un grande dinamismo, prova ad imporsi. Ma è messo continuamente sotto scacco dai grillini sulle principali materie". E comunque lui non ci sta ad essere rottamato dal leader del Carroccio: "Non ci credo. E poi penso che la 'rottamazione' sia una formula che non porta bene ai sedicenti 'rottamatori'".

Berlusconi a riposo, partito diviso e crisi d'identità: adesso Forza Italia è al bivio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi parla dopo il malore: "Ho avuto paura, mi sono affidato a Dio e ai medici"

Today è in caricamento