Martedì, 22 Giugno 2021
Giustizia

Berlusconi, appello ai suoi: "Se mi arrestano fate la rivoluzione"

L'ex premier parla all'assemblea alla Camera degli amministratori locali di Forza Italia: "Potrei andare all'estero, ma resto qui a combattere per la giustizia e contro i pm che mi vogliono in carcere"

Berlusconi a Porta a Porta

ROMA - "Se verrò arrestato fate la rivoluzione". È questo l'invito-appello che l'ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha rivolto ai simpatizzanti di Forza Italia nel corso di una assemblea alla Camera degli amministratori locali azzurri. La sua paura: la condanna per il caso della "compravendita senatori".

"NON SCAPPO" - "Per me sarebbe facile andare da un'altra parte - ha detto Berlusconi - ma ho un senso di responsabilità che mi frega.
Questa responsabilità che mi porta ad affrontare le ire della sinistra e le azioni di qualche pm che mi potrebbero non far essere più libero". Poi, l'appello alla guerra:

Cristo se così dovesse essere, spero abbiate il coraggio di fare una rivoluzione

CLIMA "PRE-GUERRA" - In Europa "non siamo lontani da quelle condizioni che hanno provocato due guerre mondiali sanguinose". Lo ha detto Silvio Berlusconi intervenendo alla Camera alla conferenza nazionale degli amministratori locali di Forza Italia. La situazione dell'Unione europea, ha detto anche con chiaro riferimento al caso Grecia, "è disastrosa. C'è una carenza di leadership disastrosa" con l'Unione che "accetta l'egemonia della Germania che, a sua volta, accetta i diktat degli Stati Uniti". 

Per questo non siamo lontani dalle condizioni che hanno provocato due sanguinose guerre mondiali

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi, appello ai suoi: "Se mi arrestano fate la rivoluzione"

Today è in caricamento