Domenica, 1 Agosto 2021
Elezioni amministrative

Roma, Bertolaso getta la spugna: Berlusconi punta su Marchini

Le voci e le dichiarazioni che ormai da settimane si rincorrevano hanno trovato conferma in una nota di Forza Italia: "Per vincere occorre una proposta unitaria delle forze moderate e liberali. Marchini era stato la nostra prima opzione"

Guido Bertolaso e Silvio Berlusconi

Alla fine il passo di lato c'è stato. Guido Bertolaso non è più candidato a sindaco di Roma. L'ex capo della Protezione Civile appoggerà nella sua corsa Alfio Marchini.

Le voci e le dichiarazioni che ormai da settimane si rincorrevano hanno trovato conferma in una nota di Forza Italia, giunta all'indomani dell'ultima gaffe di "Mr Emergenze".

"Il nostro obbiettivo è vincere", scrive Forza Italia, "per dare ai romani un governo della città all'altezza della capitale d'Italia. Oggi la situazione di Roma è drammatica, e bisogna adottare delle soluzioni urgenti: per noi è insopportabile assistere allo stato di progressivo declino che sta conducendo Roma al collasso definitivo. Abbiamo preso atto che per vincere occorre una proposta unitaria delle forze moderate e liberali, con un forte spirito civico: una risposta fuori dalle logiche di partito e dagli interessi dei partiti. Per questo, con il dottor Guido Bertolaso abbiamo deciso di sostenere e fare nostra la candidatura dell'ingegner Alfio Marchini".

"Non è una scelta nuova", spiega la nota di Forza Italia. "Marchini era stato la nostra prima opzione, ed era caduta per i veti posti da un alleato della coalizione. Per questo avevamo chiesto a Guido Bertolaso il sacrificio di scendere in campo per unire il centro-destra, con il consenso di tutti. Non per colpa sua, né per scelta nostra, quella che era nata come una soluzione unitaria oggi è diventata una candidatura divisiva. Non possiamo permettere che i romani si trovino a scegliere fra la continuità della disastrosa gestione del Pd e l'avventurismo irresponsabile dei Cinque Stelle". 

"Alfio Marchini ha condotto in questi tre anni un'opposizione costruttiva, libera ed efficace e col suo movimento civico ha combattuto e vinto battaglie importanti per i romani. Con lui condividiamo una cultura moderata, ispirata ai valori liberali, cristiani, riformatori. Il suo comportamento è stato decisivo per mandare a casa il sindaco Marino e ridare la parola ai romani sul loro futuro. E' l'unica figura - lo dicono tutti i sondaggi - che al ballottaggio contro tutti gli altri schieramenti politici puo' vincere. Questo è l'unico obbiettivo che ci sta davvero a cuore, non affermare la superiorità di un partito sull'altro".

La notizia su RomaToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Bertolaso getta la spugna: Berlusconi punta su Marchini

Today è in caricamento