rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
L'intervista

"Forse da Calenda e Renzi parlamentari in arrivo al centrodestra"

A dirlo è la senatrice di Noi Moderati Michaela Biancofiore direttamente a Today. E Berlusconi? "Meloni lo deve coccolare, sarà alleato più leale"

"Forse ci sarà qualche arrivo al centrodestra dalle parti di Calenda e di Renzi visto che i due, che sono due egoriferiti, si stanno già scannando". A dirlo è la senatrice di Noi Moderati Michaela Biancofiore, che ha un lungo passato in Forza Italia ed è stata una fedelissima di Silvio Berlusconi, al punto da essere la donna a lui più vicino quando l’ex Cavaliere era stato fatto dimettere dal Senato. 

Magari arriverà qualcuno dall’opposizione ma adesso è Berlusconi che sembra sparigliare un po’ le carte con le sue ultime uscite
"Per quanto riguarda le frasi su Giorgia Meloni, la sua famiglia e il suo compagno, era un modo di fare di Berlusconi ma non era una cattiveria per come lo conosco io. Non c’era alcun intento di cattiveria ma anzi, era un modo per far capire ai media e ai suoi che il rapporto con Giorgia Meloni va oltre il rapporto politico che è un rapporto di amicizia e anche familiare. Infatti ha fatto riferimento ai suoi figli e al fidanzato che lavora per Mediaset da prima di conoscere Giorgia Meloni".

Cosa c'è dietro le uscite di Berlusconi che imbarazzano il centrodestra

Però così fa tremare l’alleanza di governo. 
"Assolutamente no, io sono convinta che Berlusconi sarà alla fine l’alleato più leale e affidabile che potrà avere Giorgia Meloni, che un po’ se lo deve coccolare perché è una persona che ha fatto la storia di questo Paese, che ha una certa età e che si vuole sentire avvolto. Non è che Giorgia non lo sappia che Berlusconi è un istrione, un protagonista e non può essere relegato al ruolo di comparsa. Anche perché non lo è. La stessa Giorgia l’ha riconosciuto. L’8% di Forza Italia è sicuramente fondamentale per la formazione del Governo". 

Berlusconi quindi non sarà spina nel fianco di Meloni?
"Non credo. All’interno di Forza Italia, è innegabile che esista un problema che non riguarda Berlusconi, lo abbiamo visto l’altro giorno perché lui è andato a votare La Russa insieme alla Casellati e gli altri sono rimasti fuori, per cui semmai i problemi riguardano il partito. Tuttavia gli eletti di Forza Italia sono tutte persone ascrivibili senza se e senza ma all’interno del centrodestra".

Quindi la maggioranza non avrà problemi ma nemmeno se si spaccasse Forza Italia?
"Sarebbe spalmata sugli altri gruppi parlamentari e sicuramente non andrebbero nel centrosinistra". 

Quindi i numeri terrebbero?
"Sì e anzi forse ci sarà qualche arrivo dalle parti di Calenda e di Renzi visto che i due, che sono due egoriferiti, si stanno già scannando". 

Addirittura?
"Bè ma si è già visto no nell’elezione di La Russa. Non è che sedici voti in più di maggioranza sono i nostri quindi qualcuno la mano l’ha già data. E’ un chiaro segnale che qualcuno ha voluto rivolgerci".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Forse da Calenda e Renzi parlamentari in arrivo al centrodestra"

Today è in caricamento