rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Stati Uniti / Italia

Gli Stati Uniti tifano per Monti: "Continuare con le sue riforme"

Il numero due della Casa Bianca, Joe Biden, si augura che il nuovo governo italiano prosegua nella strada inaugurata dall'attuale primo ministro

Mario Monti ha un problema: all’estero è amato molto più che in Italia. Una vera grana per il Professore, non fosse altro perché la democrazia sottostà ad una regola aurea ineludibile: le elezioni. Così l’ex commissario europeo, dopo un anno passato a fare il capo dei tecnici si è misurato con le urne. E le sue quotazioni, così come le ambizioni, sono franate. Da possibile stampella di Bersani, per regolare la partita intricata al Senato, ad una sorta di emarginazione politica.

Sì perché, volente o nolente, la truppa di senatori eletta nelle file di Scelta civica da ago della bilancia, come pareva nel pre-elezioni, si è fatta ininfluente ai fini della governabilità. Non più Monti l’oggetto del desiderio di Bersani ma i grillini. Il segretario del Pd può e vuole passare solo da lì. Monti lo sa bene e chiama le larghe intese, unica strada per proseguire nella via delle riforme avviate dal suo esecutivo. Unica possibilità per il fautore dell’Agenda per l’Italia di tornare in sella da protagonista.

USA – L’idea dei centristi piace alla Germania, che non ha fatto mai mistero di tifare per Monti, e da questo pomeriggio ha trovato ristoro in una sponda di peso, quella degli Stati Uniti. E’ quanto emerso dall’incontro che si è tenuto a Palazzo Chigi tra l’attuale premier, in attesa di conoscere quale sarà il suo immediato futuro, ed il numero due della Casa Bianca, il vicepresidente Joe Biden. Biden, infatti, si è augurato che il prossimo governo prosegua su quella strada inaugurata da Monti, che a par suo, e quindi di quella parte dell’America che è al governo, ha consentito di mettere il Paese al “riparo dai contagi finanziari”.

BIDEN – “Il Vice Presidente Biden – si legge in una nota diffusa da Palazzo Chigi al termine dell’incontro – ha voluto testimoniare del rapporto di personale stima, amicizia e collaborazione stabilitosi tra il Presidente Obama ed il Presidente del Consiglio, auspicando che il prossimo Governo possa continuare sulla via virtuosa di riforme strutturali delineata dal Presidente Monti, che hanno consentito di mettere il Paese al riparo da possibili contagi della crisi finanziaria”.Un endorsement in perfetto stile Usa. In rispettoso silenzio prima del voto, allo scoperto a cose fatte. O nel caso dell’Italia da fare.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli Stati Uniti tifano per Monti: "Continuare con le sue riforme"

Today è in caricamento