rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Polemica

L'urlo del sindaco di Rieti Antonio Cicchetti al comizio: "Boia chi molla"

Nessuno dei presenti ha preso le distanze dal primo cittadino di Rieti. Il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera Morassut: "Tradizione eversiva più bieca"

"Dobbiamo andare avanti al grido di battaglia, che è sempre il solito: boia chi molla". E giù applausi da parte di colonnelli, amministratori locali e simpatizzanti di Fratelli d’Italia. A lanciare il motto fascista è il sindaco Antonio Cicchetti, sindaco di Rieti che, in vista delle prossime elezioni comunali di giugno, parla in occasione della presentazione della lista di Fratelli d’Italia.

All’incontro sono intervenuti l'europarlamentare Nicola Procaccini, che loda Cicchetti come amministratore; il capogruppo di FdI alla Camera Francesco Lollobrigida e il coordinatore regionale del partito, Paolo Trancassini. Nessuno ha preso le distanze dal primo cittadino di Rieti, nonostante sia stata proprio Giorgia Meloni, dal palco della convention milanese dei fratelli d’Italia, a definire il saluto fascista “antistorico”.

Bluff Meloni, fa la vittima per vincere le elezioni

Tuttavia a Rieti c’è un sindaco, ex Msi e oggi di Forza Italia che tira fuori un motto del fascismo e del neofascismo, quello usato dalla Guardia nazionale repubblicana durante la Rsi e da Ciccio Franco durante i moti di Reggio. Così è stato lanciato il candidato del centrodestra di Rieti, l’attuale vice sindaco Daniele Sinibaldi, di Fratelli d’Italia, al quale si oppone l'ex sindaco Simone Petrangeli, del Pd. Cicchetti ha anche detto che il “nemico non è mai morto, mentre noi lavoriamo qui loro stanno lavorando altrove".

Sul caso è intervenuto il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut, parlando di “tradizione eversiva più bieca della destra neofascista. Una caduta di stile o forse di ignoranza del sindaco uscente, Antonio Cicchetti. Ci si domanda perché una città moderna e importante come Rieti debba essere rappresentata da certi rottami del neofascismo degni più di uno sketch comico che di una istituzione pubblica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'urlo del sindaco di Rieti Antonio Cicchetti al comizio: "Boia chi molla"

Today è in caricamento