rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
BOLLETTE

Stop alle bollette ogni 28 giorni, la nuova legge entro fine anno

La nuova normativa introduce l'obbligo della fatturazione dei servizi su base mensile. Per gli utenti un risparmio dell 8,7% sulla bolletta

Il governo stringe i tempi per mettere fine alla pratica, adottata da alcuni operatori di telefonia e pay tv, di inviare bollette con una cadenza di 28 giorni, anziché ogni 30. Una pratica fortemente contestata dagli utenti e dalle associazioni dei consumatori e già oggetto di una delibera dell'AgCom che lo scorso 24 marzo ha stabilito che per la telefonia fissa il criterio della fatturazione doveva essere il mese, mentre per la telefonia mobile la cadenza della fatturazione non poteva essere inferiore a 28 giorni.

La decisione del Governo: fattura a 28 giorni solo per gas e luce: per telefonia e tv bollette mensili per decreto

Una delibera peraltro disattesa dagli operatori telefonici tanto che lo scorso 14 settembre l'AgCom è intervenuta di nuovo comunicando di aver avviato "procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori telefonici Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb per il mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche".

Adesso però sulle fatture a 28 giorni arriverà anche la scure della legge. La nuova normativa - che introduce l'obbligo della fatturazione mensile per gli operatori di telefonia, pay tv, luce, gas - dovrebbe essere assorbita nella legge di Bilancio da approvare entro l’anno. Il risparmio per i consumatori dovrebbe essere in media dell'8,7%. 

"Il testo della proposta - spiega Alessia Morani (Pd) - introduce l'obbligo della fatturazione dei servizi su base mensile; dispone un irrobustimento dei poteri di vigilanza da parte delle competenti Autorità; un aumento delle sanzioni da queste ultime comminabili e la restituzione delle somme indebitamente percepite da parte degli operatori in caso di violazione dell'obbligo di cadenza mensile".

Infine, la proposta di legge limita "la possibilità di modificare, da parte delle aziende di comunicazione elettronica, in modo unilaterale le condizioni contrattuali". Tali modifiche "saranno ammesse solo con un giustificato motivo obiettivo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alle bollette ogni 28 giorni, la nuova legge entro fine anno

Today è in caricamento