Bonus Iva da 600 euro: "È vero, l'ho preso anch'io ma ho dato i soldi in beneficenza"

L'ammissione di Ubaldo Bocci, consigliere comunale a Firenze e sfidante di Nardella alle ultime elezioni: "Il commercialista mi disse che avrei potuto averli anch'io"

Ubaldo Bocci in una foto del 26 Maggio 2019. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

"È vero, ho preso quei soldi ma non li ho tenuti per me". A parlare, raggiunto da 'Repubblica', è il manager Ubaldo Bocci, coordinatore del centrodestra a Palazzo Vecchio, l’uomo che l’anno scorso ha sfidato Dario Nardella nella corsa a sindaco. Bocci ha ammesso di essere tra i politici che hanno chiesto (e ottenuto) il bonus Inps da 600 euro destinato alle partite Iva in difficoltà.

Nulla di illegittimo, intendiamoci, dal momento che il governo - per fare in modo che l’erogazione del bonus fosse immediata - non ha previsto limiti di reddito. Nè va dimenticato che Bocci è un consigliere comunale e l’indennità prevista dalla sua carica non è neanche lontanamente paragonabile a quello di un parlamentare. Tuttavia, stando a quanto riporta 'Repubblica', nel 2019 l'imprenditore ha dichiarato redditi per 277mila euro, grazie al suo lavoro in una società di consulenza. Insomma, il caso fa discutere.

Bocci giura di non aver tenuto quel denaro per sé e sostiene di aver chiesto il bonus per dimostrare che il meccanismo era sbagliato: "Il commercialista - spiega - mi disse che avrei potuto averli anche io visto che si trattava di denari a pioggia, dati in maniera sbagliatissima, senza distinguere reddito e posizione di ciascuno. E allora pensai che potevo richiederli per donarli a chi ne aveva davvero bisogno. E così ho fatto. Ho i bonifici che lo testimoniano. Lo dichiarai anche alla conferenza dei capigruppo in Comune".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bonus Iva da 600 euro è stato ottenuto anche da alcuni parlamentari (prima si ipotizzava fossero 5, ora pare l'abbiano ricevuto in 3), oltre che da circa 2mila amministratori locali. Si tratta però di casi molto diversi: un parlamentare prende oltre 12mila euro netti al mese, un consigliere comunale spesso non arriva neppure a mille.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Testi rompe il silenzio: "Ecco perché a Garko ha fatto comodo fingersi etero"

  • La prima giornata di Garko 'libero' è con Eva Grimaldi e Imma Battaglia (VIDEO)

  • Gabriel Garko rompe il silenzio dopo il coming out: "Camminerò con le mie gambe, ma non sui tacchi"

  • Gabriel Garko finalmente libero ma non da certe montature

  • Gabriele Rossi scrive a Garko dopo il coming out. L'applauso dei vip, da Grimaldi a Monte

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 26 settembre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento