Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Borghezio contro Kyenge: "Simbolo di un'Italia meticcia da rieducare"

Il leghista: "Cosa aspetta il presidente Napolitano a collocare il ritratto di "Faccetta Nera" Kyenge nello spazio bianco della bandiera tricolore?"

''Nella sua intervista di ieri all'Unita' il ministro Kyenge si e' orgogliosamente vantata di essere ormai un simbolo, in Italia come in Africa e negli Usa. In effetti, e' proprio cosi': Kashetu Kyenge e' l'immagine dell'Italia 2013: meticcia, con frontiere colabrodo, da rieducare''.

E' quanto sostiene l'eurodeputato della Lega nord, Mario Borghezio, in una dichiarazione.

''Non e' detto infatti che la ministra abbia tutti i torti, visto che veicola instancabilmente il modello di societa' multietnica, basata sullo ius soli e il diritto di chiunque di entrare liberamente nel nostro paese, acquisendone ipso facto la nazionalita'. Cosa aspetta quindi il presidente Napolitano a prendere atto della situazione e collocare il ritratto di "Faccetta Nera" Kyenge nello spazio bianco della bandiera tricolore? Nel '36 - conclude Borghezio - una celebre canzone preconizzava a "Faccetta Nera" che "sarai romana". Ora ci siamo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borghezio contro Kyenge: "Simbolo di un'Italia meticcia da rieducare"

Today è in caricamento