Caso Boschi, Pd "in trincea": low profile e imbarazzo, opposizioni all'attacco

In casa Pd la speranza è che la nuova vicenda Boschi si sgonfi, ma l'imbarazzo nel partito c'è, soprattutto fuori dalla cerchia stretta di fedelissimi renziani, che vedono il bicchiere mezzo pieno analizzando le dichiarazioni di De Bortoli: "Ha detto che per lui la Boschi non si deve dimettere"

Ansa

In casa Pd la speranza è che la nuova vicenda Boschi si sgonfi, ma l'imbarazzo nel partito c'è, soprattutto fuori dalla cerchia stretta di fedelissimi renziani. All'offensiva di M5s, Mdp e delle altre opposizioni il partito risponde blindando l'ex ministra delle Riforme e anche il governo le assicura sostegno.

L'imbarazzo, però, c'è, perché per quanto la Boschi minacci querele spiegando che "quello che dovevo dire l'ho detto", nessuno allo stato ha smentito il racconto di Ferruccio De Bortoli. Soprattutto, finora non lo ha fatto nemmeno Federico Ghizzoni, l'ex ad di Unicredit che avrebbe avuto il colloquio con l'ex ministra.

E' Paolo Mieli a sottolineare il silenzio dell'ex ad di Unicredit: "Il silenzio di Ghizzoni è una conferma. La cosa c'era. Però adesso Ghizzoni ha il dovere di spiegare come, dove, quando, il giorno, in che modi".

E' questo, proprio questo, il timore di molti parlamentari Pd: "Ovvio che la difendiamo. Ma se non si chiarisce cosa è successo, se restiamo alle versioni di oggi, di fatto la Boschi avrà detto una cosa non vera in Parlamento, quando ha spiegato di non essersi mai occupata di Banca Etruria...".

I renziani vedono però il bicchiere mezzo pieno analizzando le dichiarazioni di De Bortoli: "Ha detto che per lui la Boschi non si deve dimettere. E dice che lui non ha parlato di pressioni politiche. La stessa Unicredit nega che ci siano state pressioni...". De Bortoli, in realtà, non è stato così benevolo con la Boschi: "Nel caso del ministro Boschi c'era un conflitto di interessi. Io credo che un politico debba preoccuparsi di quello che succede a una banca. Ma un conto è occuparsi di una cosa, un altro fare richieste. E comunque io ho raccontato: non ho detto che ha fatto pressioni indebite".

L'opposizione, o meglio le opposizioni, non mollano l'osso. I 5 stelle chiedono al governo di riferire, incalzano sulla commissione d'inchiesta sulle banche, annunciano una mozione di censura contro la sottosegretaria. Pier Luigi Bersani dice che se le cose stanno come raccontato da De Bortoli la Boschi si deve dimettere, Matteo Salvini parla di "mandare via la Boschi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Certo è che la vicenda non verrà fatta passare sotto silenzio, troppo delicati sono il momento e il tema: "Bisogna entrare nel merito - dice sempre Mieli -  bisogna avere il coraggio di andare fino in fondo. Perchè un conto è se uno incontra in un dibattito lei, si entra nel discorso, fa un accenno, un conto è se è un appuntamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Storie Italiane, Luca Argentero a Eleonora Daniele: “Non sapevo fossi incinta”

Torna su
Today è in caricamento