Lunedì, 1 Marzo 2021
Livorno

Nel centenario del partito comunista parte la contestazione al Pd: "Via da qui chi ha sciolto il Pci"

Fischi e offese hanno accompagnato gli esponenti democratici. "Sinceramente non so neppure quanto prenda il partito di Marco Rizzo - schernisce il parlamentare Andrea Romano - ma lasciamo perdere". 

70 anni di storia e un profondo segno lasciato nella politica ma, più in generale, nella cultura del nostro Paese. È con questo spirito che a Livorno è stato celebrato il centenario della nascita del Partito Comunista d'Italia, divenuto nel giugno 1943 Partito Comunista Italiano (PCI) e riconosciuto come il più grande partito comunista d'occidente. Una serie di iniziative commemorazioni, tra cui quelle del Comune, che dal mattino si sono tenute tra il teatro Goldoni, allora sede del XVII Congresso Socialista, e il teatro San Marco, dove un secolo fa arrivò cantando l'Internazionale la componente comunista capeggiata da Bordiga, Gramsci e Terracini che fondò il Pcd'I.  

Momenti di tensione all'arrivo della delegazione del Partito democratico, contestata al coro di "Via da qui chi ha sciolto il PCI".  Una contestazione messa in scena all'arrivo del parlamentare Andrea Romano, con i comunisti che hanno rivendicato l'eredità di "quei valori abbandonati dal Pd che oggi viene qui a fare il teatrino". 

Fischi offese hanno accompagnato gli esponenti democratici al momento della deposizione dei fiori al teatro San Marco. "Dispiace che un'occasione storica come questa sia ancora divisiva - le parole di Romano - ma siamo abituati alle contestazione che fanno parte del folklore di Lenny Bottai. Sinceramente non so neppure quanto prenda il partito di Marco Rizzo, ma lasciamo perdere". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questa è una bella giornata - ha detto Romano - che ricorda l'inizio di una vicenda storica la quale, con le sue luci e le sue ombre, è stata un passaggio fondamentale nella storia del Paese e appartiene a tutti. Il PCI ha nei suoi capisaldi la difesa della democrazia italiana, l'antifascismo e anche il tentativo ostinato di tenere insieme l'Italia nella difesa della Repubblica quando poteva essere spezzata da fenomeni sovversivi pericolosi". Storie e valori che proprio i comunisti hanno fortemente rivendicato accusando invece i democratici di averli persi per strada ed anzi condannati. Significativo, a tal proposito, lo striscione "Nazismo e comunismo equiparati, Pd oggi qui? Compagni Sbagliati" e la successiva replica a Romano del segretario del PC livornese, Lenny Bottai

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel centenario del partito comunista parte la contestazione al Pd: "Via da qui chi ha sciolto il Pci"

Today è in caricamento