rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Verso il congresso

Gianni Cuperlo si candida a segretario del Pd

Non è la sua prima candidatura perché si era già proposto nel maggio del 2013

"Ci sarò con umiltà, nella chiarezza delle idee, fuori dai trasformismi che hanno impoverito l'anima della sinistra". Gianni Cuperlo annuncia la sua candidatura alla segreteria del Partito democratico. Ma chi è Cuperlo?

Chi è Gianni Cuperlo

Gianni Cuperlo, all'anagrafe Giovanni Cuperlo, è uno storico esponente della sinistra italiana, è di Trieste e ha 61 anni. La sua storia inizia, come per molti altri esponenti, con il Partito comunista, nel quale aveva anche ricoperto il ruolo di segretario della federazione giovanile. Non è la sua prima candidatura perché si era già proposto nel maggio del 2013. È stato anche presidente del Pd, su idea dell’allora segretario Matteo Renzi, l’uomo con il quale poi è entrato in contrasto, tanto da dimettersi da presidente del partito proprio per uno scontro con l’attuale leader di Italia sulla bozza della legge elettorale che escludeva le preferenze, nel 2014.

Cuperlo è un politico che potrebbe fare a spallate con Elly Schlein perché entrambi guardano alla parte più a sinistra del Partito democratico. Cuperlo ha sempre rivendicato un’idea socialista e ancora oggi è convinto che la crisi del Pd sia dovuta a una perdita di identità, che significa anche perdita del consenso di quelle classi sociali e lavorative che sentono molto il tema del lavoro e dei diritti sociali.

Negli anni '90 aveva anche lavorato al fianco di Massimo D’Alema, partecipando anche alla stesura e pubblicazione di alcune opere. Nel 2006 è stato eletto alla Camera dei Deputati nelle liste de L'Ulivo (in quota Ds) della circoscrizione Friuli-Venezia Giulia. Quando è diventato segretario Matteo Renzi, lui diventa presidente ma poco dopo entra in contrasto con la linea del segretario. Si dimette da presidente. Dopo le dimissioni di Roberto Speranza da capogruppo della Camera, anche la corrente Area Riformista, dopo la divisione interna di Sinistra è cambiamento, si posiziona definitivamente nella minoranza del partito.

Tuttavia decide di non aderire alla scissione guidata da Roberto Speranza, dagli ex-segretari Pier Luigi Bersani e Guglielmo Epifani e dall'ex presidente del consiglio Massimo D'Alema, rimanendo nel Pd e appoggiando Andrea Orlando alle elezioni primarie del 2017. Alle elezioni politiche anticipate del 25 settembre 2022 viene candidato per la Camera dei deputati nel collegio plurinominale Lombardia 1 - 01 in terza posizione nella lista Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianni Cuperlo si candida a segretario del Pd

Today è in caricamento