rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Con Schlein / Cuneo

Chiara Gribaudo: chi è la possibile candidata del centrosinistra alle elezioni regionali in Piemonte

Se Schlein ce l'ha fatta nella sua scalata al Pd, se la campagna delle primarie è andata ben oltre le aspettative, un po' è anche merito della deputata ed educatrice cuneese classe 1981: ne è stata la coordinatrice. Gribaudo è sempre riuscita a catalizzare parecchio consenso sul suo territorio

Se Schlein ce l'ha fatta, se la campagna delle primarie è andata ben oltre le aspettative, un po' è anche merito di una educatrice cuneese classe 1981. "Ce l’abbiamo fatta. Un risultato storico, una vittoria bellissima alla fine di una campagna congressuale intensa, che ha saputo ricostruire un entusiasmo e una partecipazione che molti pensavano non esistesse più. E invece la nostra comunità esiste, è viva, e ci ha dato un mandato chiaro: un cambiamento radicale, una nuova fase costituente, con nuovi dirigenti in grado di ricostruire quel filo rosso con i territori e con la nostra gente". Sono le parole di Chiara Gribaudo all’indomani dell’affermazione di Elly Schlein alle primarie del Partito Democratico. La deputata ha prevalso con il 53,8% dei voti, contro il 46,2% di Stefano Bonaccini, diventando la prima donna a guidare il partito.

La deputata Chiara Gribaudo, 41 anni, coordinatrice nazionale dei comitati pro Schlein, commenta così:  "Ora tocca a te, Elly. E noi saremo al tuo fianco per darti una mano, come abbiamo fatto in questi mesi. È il momento di costruire un partito progressista, femminista, ambientalista, che difende i diritti sociali e civili, il lavoro e i giovani. Un PD alternativo alla peggior destra di sempre, in grado di dare al Paese una proposta credibile e radicale. Ripartiamo da questa partecipazione, da questo entusiasmo", dice la parlamentare.

Chi è Chiara Gribaudo

Ma chi è Chiara Gribaudo? E perché si parla ora di lei come possibile candidata del centrosinistra alle regionali in Piemonte? Nata a Cuneo, fa politica sin da giovanissima. Per dieci anni è stata consigliere comunale a Borgo San Dalmazzo. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta deputata per il Partito Democratico. Diventa vice capogruppo alla Camera.  Alle elezioni politiche del 2018 viene rieletta deputata, sempre nella stessa circoscrizione piemontese. Alle elezioni politiche di settembre 2022 viene  nuovamente candidata alla Camera, come capolista in Piemonte, risultando eletta.

Gribaudo sarà protagonista nella nuova segretaria nazionale del Pd. Laureata in Scienze della formazione, è sempre riuscita a catalizzare parecchio consenso sul suo territorio: basti pensare che a Cuneo già al congresso dei circoli dem (quando a votare erano solo i militanti) ha contribuito a portare la mozione Schlein in enorme vantaggio. Ritenuta fino a pochi mesi fa vicina all'area di Orfini, ha sempre però respinto appartenenze di corrente. Si parla sempre più insistentemente di lei come una possibile sfidante del forzista Alberto Cirio alle elezioni regionali in Piemonte nel 2024. Oggi come oggi, è difficile pensare, sulla carta, a un candidato che la nuova dirigenza Pd sosterrebbe con più convinzione di Gribaudo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiara Gribaudo: chi è la possibile candidata del centrosinistra alle elezioni regionali in Piemonte

Today è in caricamento