Giovedì, 26 Novembre 2020
Italia

Berlusconi in ospedale fino a domenica

Silvio Berlusconi, medici permettendo, dovrebbe tornare nella sua casa di Arcore il prossimo fine settimana. Il medico di fiducia Alberto Zangrillo aveva spiegato come sarebbe opportuno che non continuasse la campagna elettorale per le europee

Silvio Berlusconi è uscito questa mattina dalla terapia intensiva dopo l'intervento d'urgenza al San Raffaele per una occlusione intestinale. Ora si trova nel reparto dove alloggia quando viene ricoverato nell'ospedale milanese. Ad annunciarlo, raccontano fonti azzurre, è stato il deputato Sestino Giacomoni, durante la riunione di oggi del gruppo di Fi alla Camera. 

Domenica il Cav, medici permettendo, dovrebbe tornare casa, ad Arcore. Gli stessi medici che hanno sconsigliato all'ex premier di concludere la campagna elettorale per le europee dopo averlo operato d’urgenza dopo il ricovero avvenuto poco prima della presentazione ufficiale dei candidati di Forza Italia alle elezioni europee.

"Il presidente Berlusconi sta meglio, ci manda i suoi saluti e ci rassicura sul fatto che nel giro di poco tempo sarà perfettamente ristabilito e sarà in grado di riprendere questa campagna elettorale", ha assicurato la presidente dei deputati Maria Stella Gelmini.

Berlusconi, come sta davvero il presidente di Forza Italia

Neppure poche ore prima il medico di fiducia del Cav, Alberto Zangrillo, aveva spiegato come sarebbe opportuno che Berlusconi non continuasse la campagna per il suo partito: "Gli direi 'Stattene a casa che non ne vale la pena'. Però, siccome così non sarà probabilmente, il mio compito sarà quello di prepararlo per la volata finale".

Nonostante il pressing di familiari e medici, e il 'fuoco amico' sempre in agguato, Berlusconi, a quanto si apprende, non molla e a chi ha avuto modo di sentirlo in queste ore avrebbe promesso che presto tornerà in campo. "L'abbiamo scampata bella anche stavolta..." avrebbe scherzato con i suoi più stretti collaboratori. Una battuta già sentita nei momenti più difficili della vita del Cav.

Berlusconi, Cavaliere senza "delfini"

Tuttavia cresce lo sconcerto tra gli azzurri mentre Forza Italia attraversa il periodo più delicato della sua storia. Da un lato ci sono le condizioni di salute di Silvio Berlusconi, che a 82 anni è ancora l'unico vero leader riconosciuto del partito. Dall'altro lato ci sono le tensioni all'interno del partito, esplose al momento della creazione delle liste per il voto europeo: ha fatto discutere il caso Carfagna con la candidatura della leader dei deputati forzisti fermata all'ultimo per timore del bagno di voti personali che avrebbe potuto incassare l'ex ministro. Tutto mentre Salvini accentra su di se la leadership del centrodestra.

Per gli azzurri un risultato tra il 5 e il 10 per cento nelle urne aprirebbe le porte a una resa dei conti nel partito mentre a livello locale è già in atto da tempo un robusto passaggio alla Lega di molti esponenti di peso.

Il sondaggio Today-Demopolis: per chi voteresti oggi? 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi in ospedale fino a domenica

Today è in caricamento