rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Voti e polemiche

Stefania Craxi nuovo presidente della commissione Esteri al Senato: M5S battuto

L'azzurra ha ottenuto 12 voti contro i 9 del pentastellato Ettore Licheri, un astenuto. L'elezione cambia gli equilibri. Tra i pentastellati c'è chi invoca l'uscita dal governo: "Smacco troppo grande"

E' Stefania Craxi la nuova presidente della commissione Esteri del Senato. La senatrice di Forza Italia prende il posto del pentastellato Vito Petrocelli. Ha ottenuto 12 voti contro i 9 del pentastellato Ettore Licheri. A decidere sono stati i voti del misto. Il tutto a scrutinio segreto (una scheda bianca). "Sono onorata, la politica estera di un grande paese non deve essere argomento divisivo, soprattutto ora, tra maggioranza e opposizione, lavoreremo assieme", le prime parole della neo eletta. Dobbiamo "dare subito segnali chiari, c'è una guerra in corso, serve durezza necessaria per condurre a dialogo, anche la Commissione darà segnali in questo senso", ha aggiunto.

Ex deputata e approdata al Senato nel 2018, è stata vicepresidente della commissione Esteri fino alla precedente composizione. Sotto il quarto governo Berlusconi è stata nominata sottosegretario agli Esteri, incarico che ha ricoperto dal 2008 al 2011.

L'elezione è arrivata alla seconda votazione. Quanto accaduto oggi però non è un "normale" passaggio burocratico. Ha un peso negli equilibri di governo. Partiamo dall'inizio, dal perché è stato eletto un nuovo presidente della commissione.

Il caso Petroccelli

Le nuova votazione nasce dal fatto che i componenti della commissione si sono dimessi dal loro ruolo per sbloccare la vicenda del presidente pentastellato Vito Petrocelli, al quale era stato chiesto di lasciare l'incarico per le sue posizioni filorusse sulla guerra in Ucraina. Senza componenti, Petroccelli è decaduto, Poi la ricomposizione della commissione e la nuova votazione. Petrocelli ha messo palesemente in imbarazzo la maggioranza e il suo partito (che ha avviato le procedure per la sua espulsione) ma non ha mai accettato gli inviti a mollare la poltrona. Da qui il "gioco" delle dimissioni di massa.

M5S nel caos

Dopo lo scioglimento e la ricomposizione da parte della presidente Casellati, il Movimento aveva proposto Ettore Licheri. Il candidato aveva l'ok del Pd che in più occasioni ha ribadito di voler rimanere leale ai grillini e voler garantire loro lo scranno della commissione. I numeri però hanno decretato la sconfitta dei pentastellati.

Il movimento guidato da Conte fino a ieri sera in realtà non aveva espresso una linea unitaria, puntando poi su Ettore Licheri, preferito a Simona Nocerino, più vicina a Di Maio. Mossa che ha spinto parte del centrodestra, a partire dalla Lega a virare su Stefania Craxi, quando si è capito che l'azzurra poteva spuntarla. "Bocciare la Nocerino - commenta un membro della Esteri di centrodestra - si è rivelata una scelta irrazionale perché tutti sapevamo, dalla scorsa settimana, che lei sarebbe andata ben oltre la maggioranza, con una larga convergenza".  

Diversi eletti del Movimento invocano l'uscita dal governo: "E' uno smacco troppo grande", dice all'Adnkronos uno di loro.

Dal Pd bocche cucite, ma ora si attende un chiarimento tra dem e gruppo di Conte, per un caso che agita la maggioranza di governo.

La "divisione" delle commissioni

Con l'elezione di Stefania Craxi alla guida della commissione Esteri del Senato, Forza Italia guadagna una presidenza di commissione. E' l'unica del gruppo a Palazzo Madama in questa legislatura. A quota una presidenza, anche il gruppo Misto che guida la commissione Ambiente con Vilma Moronese. Le altre presidenze sono 4 del M5S, dopo aver perso quella degli Esteri in mano a Vito Petrocelli; 4 del Pd; 2 della Lega e altrettante di Italia Viva.  

Le reazioni

"La sintesi della riunione della commissione Esteri di questa mattina è: Stefania CRAXI promossa a pieni voti, maggioranza bocciata a pieni voti. Come volevasi dimostrare". Scrive Pier Ferdinando Casini su Twitter. 

"Buon lavoro Stefania Craxi felice che sia tu a guidare la Commissione Esteri nel nome dell'equilibrio, del buonsenso e della Pace". Così Matteo Salvini, sui suoi profili social.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefania Craxi nuovo presidente della commissione Esteri al Senato: M5S battuto

Today è in caricamento