rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
STORIE DALLA CRISI / Rieti

Il sindaco che taglia i benefit dei politici per non far pagare l'Imu ai suoi cittadini

Unico comune del Lazio ad aver scelto di non far pagare l'Imposta municipale unica sulla prima casa ai propri cittadini: siamo a Stimigliano. Il sindaco Franco Gilardi spiega il perchè di questa scelta e come è stato possibile attuarla

Stimigliano, provincia di Rieti, è l'unico comune del Lazio ad aver tolto l'Imu sulla prima casa. A spiegare come è stato possibile è direttamente il sindaco Franco Gilardi. Ai taccuini dell'Adnkronos il primo cittadino, appena 38 anni e a capo di una lista civica, ha spiegato in primis il perché di questa decisione: "Togliere l'Imu sulla prima casa non è una scelta nè di destra nè di sinistra, ma un atto dovuto nei confronti dei cittadini, con il quale abbiamo voluto dimostrare che si poteva fare".

Per legge, specifica Gilardi, "per poter annullare l'Imu sulla prima casa bisogna raddoppiare la detrazione da 200 a 400, portare l'aliquita allo 0.2, lasciare invariata la detrazione di 50 euro a figlio".

Quindi, bisogna trovare il modo di rientrare di quei 30 mila euro a cui il Comune di Stimigliano ha rinunciato. Come? Tra le varie cose "abbiamo azzerato le indennità di sindaco e assessori e i capitoli di rappresentanza. Io giro con la mia macchina e non ci sono benefit per nessuno".

Entra poi in gioco il secondo 'record':  Stimigliano, oltre ad essere l'unico comune del Lazio ad aver tolto l'Imu sulla prima casa, è anche "l'unico comune ad aver chiesto di differenziare le aliquite tra seconda, terza e quarta abitazione, che sono invece uguali con una legge che non prevede differenze tra la seconda e la centesima abitazione". In quest'ottica, spiega il sindaco ad Adnkronos, "abbiamo portato al massimo l'aliquota sulle aree edificabili: chi possiede questi terreni, se ci costruisce sopra la prima casa non paga l'Imu, anche perchè così si smuove la micro economia locale, ma per chi le possiede senza costruirci l'aliquota è al 10,6".

IL CASO SARDEGNA. Il primo cittadino di Stimigliano ricorda, per dimostrare che "togliere l'Imu è possibile", il caso della Sardegna: con un'ordinanza comunale il sindaco di Tula, in provincia di Sassari, ha formalizzato l'esenzione statale dell'Imu sulla prima casa, e allo stesso tempo punta sulle entrate straordinarie garantite dalla presenza di un parco eolico. Con la delibera della Giunta dell'11 giugno 2012, anche il Comune di Belvì, in provincia di Nuoro, ha stabilito di non applicare nuove tasse sulla prima casa, impegnando il Consiglio Comunale ad azzerare l'imposta sulla prima casa e sugli immobili posseduti a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco che taglia i benefit dei politici per non far pagare l'Imu ai suoi cittadini

Today è in caricamento