rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Confindustria incalza il governo, Squinzi: "Perde tempo in inutili polemiche"

Il Senato approva il decreto sui pagamenti della Pa, il presidente degli industriali va in pressing sull’esecutivo: "Abbiamo bisogno di un governo che non sia soggetto a continue fluttuazioni"

Il Senato con 247 voti favorevoli, nessun contrario e 7 astenuti ha dato il via libera al decreto sui pagamenti della pubblica amministrazione. Il provvedimento, ora, tornerà a Montecitorio, in terza lettura, per l’ok definitivo entro questa settimana. Il testo punta a sbloccare 40 miliardi di euro per dare respiro alle imprese e iniettare liquidità nell’economia.

SQUINZI – Il Parlamento alle prese con l’approvazione di un decreto indispensabile, oramai, per la galassia della piccola e media impresa nazionale. Il governo, dal canto suo, impegnato sul fronte delle riforme strutturali. Con la maggioranza che discute. Troppo secondo il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, come sottolineato nel suo intervento all’assemblea generale di Assocalzaturifici: “Abbiamo dato fiducia al governo Letta, speriamo di aver fatto bene, anche se tutti i giorni vediamo che si perde tempo in inutili polemiche”.

“Serve stabilità e governabilità. Abbiamo bisogno di un governo che sappia che crescere si può anzi si deve e non che è soggetto a continue fluttuazioni”, ha aggiunto il numero uno degli industriali secondo cui “se ci sarà una inversione di tendenza lo vedremo nei prossimi mesi”.

“FATTI E NON PAROLE” – Squinzi ha inoltre parlato dell’accordo sulla rappresentanza sindacale, sottolineando che “ha un valore che molti definiscono storico”, e comunque “è di grande prospettiva”. L’accordo, ha continuato il numero uno degli industriali “pone fine a una stagione di grande contrapposizione e mette le basi di un dialogo basato sul rilancio della produttività, sulla crescita e sul welfare sociale”. “È stato un lavoro serio, metodico, senza cercare clamore mediatico” ha aggiunto Squinzi sottolineando che “è un metodo di lavoro a cui non vogliamo derogare e che sintetizzerei con lo slogan ‘fatti non parole’”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confindustria incalza il governo, Squinzi: "Perde tempo in inutili polemiche"

Today è in caricamento