Venerdì, 7 Maggio 2021
Italia

Paternità obbligatoria, emendamento del Governo estende da 2 a 5 giorni il congedo

Approvato in commissione Lavoro l’emendamento della deputata Pd Titti Di Salvo. Nella Manovra varata dal governo era stata prorogata per un anno i due giorni di paternità obbligatoria oggi in vigore

Neo papà a casa per legge almeno cinque giorni: lo prevede un emendamento alla legge di Bilancio passato in commissione Lavoro alla Camera e ora all'esame della Commissione Bilancio prima del passaggio in Aula. L'emendamento a firma della deputata PD Titti Di Salvo andrebbe a modificare la manovra di Bilacio così come approvata dal Governo, che in un primo momento, si era limitato a prorogare per un anno i due giorni di paternità obbligatoria già in vigore.

L’emendamento ne introduce tre in più, sempre pagati al 100%. Con il passaggio da due a cinque giorni di congedo la copertura richiesta è salita da 20 a 50 milioni per il 2017. Da giovedì il testo arriverà al vaglio della commissione Bilancio. Quindi toccherà all’esame dell’aula di Montecitorio.

Convinta che gli attuali due giorni di paternità obbligatoria siano pochi è anche la presidente della Camera Laura Boldrini: “Che condivisione della genitorialità può esistere se si concedono al papà 48 ore per stare vicino al proprio figlio? Il nostro è tra i congedi di paternità più brevi d’Europa”.

Perplessa sul congedo obbligatorio è invece Emma Bonino convinta che sia eccessivo prescrivere l’obbligatorietà del congedo di paternità.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paternità obbligatoria, emendamento del Governo estende da 2 a 5 giorni il congedo

Today è in caricamento