Domenica, 9 Maggio 2021

Inchiesta Consip, Matteo Renzi sentito come testimone

L'ex premier è stato ascoltato dagli inquirenti della Procura di Roma come persona informata dei fatti. L’atto istruttorio è avvenuto dopo il confronto tra il ministro Luca Lotti e l’ex ad di Consip Luigi Marroni

Matteo Renzi

I pubblici ministeri della Procura di Roma hanno ascoltato Matteo Renzi in veste di testimone e persona informata dei fatti, nell’ambito dell'inchiesta sugli appalti Consip. L’atto istruttorio riguardo l’ex premier è avvenuto dopo il confronto tra il ministro Luca Lotti e l’ex ad di Consip Luigi Marroni, di una decina di giorni fa. 

Secondo quanto riportato oggi da alcuni quotidiani al centro dell’audizione ci sarebbe stata la fuga di notizie che ha permesso agli indagati di sapere dell’inchiesta. Renzi jr venne ascoltato nell’estate 2017 dai legali di Lotti nell’ambito di indagini difensive. Di questo hanno parlato con Renzi il procuratore aggiunto Paolo Ielo, il sostituto Mario Palazzi e il procuratore capo Giuseppe Pignatone. 

Consip, il ministro Lotti interrogato per un’ora dai pm: "Ha ribadito la sua estraneità"

Durante il faccia a faccia tra Marroni e Lotti, infatti, il manager aveva ribadito la sua versione: a fargli sapere che esisteva un’indagine sulla centrale acquisti era stato, tra gli altri, lo stesso Lotti, che a sua volta è tornato invece a smentire di essere stato informato delle indagini. In pratica gli sarebbe stato chiesto di ribadire la versione fornita all’epoca.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Consip, Matteo Renzi sentito come testimone

Today è in caricamento