Sabato, 15 Maggio 2021

Coronavirus, De Luca: "Se le regioni del Nord riaprono, la Campania chiuderà i confini"

Il governatore: "Abbiamo fatto un miracolo a contenere gli arrivi dal Nord di inizio marzo. Se manteniamo i comportamenti corretti a metà maggio siamo fuori dall'emergenza"

Vincenzo De Luca

Se le regioni del nord dovessero riaprire pur avendo ancora "una presenza massiccia del contagio" la Campania potrebbe chiudere i suoi confini impedendo l'accesso ai cittadini di altre regioni. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di una diretta Facebook."Ho ascoltato posizioni di altri colleghi presidenti di Regione, soprattutto del Nord ma anche del Sud - ha detto De Luca - che premono per affrettare la ripresa di tutto. Io credo che dobbiamo avere grande senso di responsabilità, partendo dai dati concreti".

"In Lombardia, ancora ieri, abbiamo registrato circa mille nuovi contagi. Nel Veneto, che sta messo meglio, abbiamo registrato quasi 400 nuovi contagi. Nel Piemonte abbiamo registrato 800 nuovi contagi. Questa è la realtà che abbiamo di fronte a noi. Se una regione d'Italia con situazione epidemiologica assolutamente non tranquillizzante accelera in maniera non responsabile e non coerente con i dati del contagio, rischia di rovinare l'Italia intera".

De Luca mette già le mani avanti. Se ci sarà una corsa in avanti "faremo un'ordinanza con cui chiudiamo arrivi da regioni del Nord. Noi già abbiamo assistito a questo. Abbiamo fatto un miracolo a contenere gli arrivi dal Nord di inizio marzo. Sarebbe atto di irresponsabilità. Queste limitazioni pesano ma la cosa più drammatica sarebbe riaprire e dopo due settimane essere costretti a richiudere tutto. In questo caso non reggeremmo più. Una nuova stagione di isolamento non la regge il paese. Non si può sbagliare". 

"Abbiamo salvato la Campania, non era facile"

Secondo il governatore la Campania è sulla buona strada. "Registriamo ad oggi un tasso di decessi che è il più basso d'Italia con quello della Basilicata. Noi abbiamo salvato la Campania, avendo assunto decisioni in qualche caso anche due settimane prima del Governo. Qui c'è la maggiore densità di abitanti per kilometro quadrato. Non era facile. Con comportamenti rigorosi, con senso di responsabilità ce la stiamo facendo. C'è ancora qualcuno che non perde il vizio di tentare di screditare, ma non perdiamo tempo con queste miserie. Abbiamo dimostrato di essere un modello di gestione. Se Dio vuole e se continuiamo così probabilmente la Campania sarà la prima d'Italia a uscire dal tunnel".

"Se manteniamo comportamenti corretti - ha aggiunto De Luca - noi a metà maggio siamo fuori dall'emergenza Coronavirus". 

In Campania mascherina obbligatoria dopo il 3 maggio

Il presidente della Regione ha poi annunciato di voler rendere obbligatorio l'utilizzo delle mascherine dopo il 3 maggio. La Regione si prepara a distribuire 3 milioni di dispositivi. "Da oggi è cominciata distribuzione alle farmacie. Poi ai medici di medicina generale. C'è un'intesa con Poste Italiane che gratuitamente farà arrivare confezione da 2 in ogni famiglia campana".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, De Luca: "Se le regioni del Nord riaprono, la Campania chiuderà i confini"

Today è in caricamento