Domenica, 1 Agosto 2021
Pieni poteri

Giuseppe Conte torna in video e chiede pieni poteri sul futuro del M5s: "Il 2 agosto si vota il nuovo statuto"

L'ex premier dissipati i contrasti con Beppe Grillo annuncia il nuovo corso del Movimento 5 stelle e la votazione del nuovo statuto che contiene alcune novità tra cui la chiara separazione tra il ruolo del Garante e quello del presidente che avrà piena agibilità politica

"Il Movimento 5 stelle riparte con nuovo slancio. Sono stati mesi difficili, abbiamo superato momenti di stanchezza. Possiamo ripartire con il vento delle battaglie che verranno". Lo ha detto Giuseppe Conte in una video registrato trasmesso sulla sua pagina Facebook annunciando la votazione del nuovo statuto pentastellato costato un lungo (e burrascoso) confronto con il garante Beppe Grillo. Tra le righe si annuncia il nuovo corso politico, con una sfilettata agli alleati di governo quando parlando della riforma della giustizia parla della discussa reintroduzione della prescrizione che accantona la riforma Bonafede: "Siamo quelli che vogliono processi veloci ma non accetteremo mai che vengano introdotte soglie di impunità e venga negata giustizia alle vittime dei reati".

Contestualmente il capo politico del Movimento 5 stelle Vito Crimi sul sito del Movimento, in qualità di Presidente del Comitato di Garanzia e su indicazione del Garante Beppe Grillo, ha convocato l'assemblea degli iscritti per le ore 10 del prossimo 2 agosto (e in seconda convocazione il 5 e 6 agosto se non sarà raggiunta la maggioranza assoluta). Gli attivisti del Movimento sono chiamati a votare il nuovo statuto e poi, su indicazione di Beppe Grillo si provvederà a votare Giuseppe Conte come presidente del Movimento. 

Il nuovo statuto, composto di 25 articoli e 39 pagine, stabilisce una chiara separazione tra il ruolo del Garante - cui è accordato il potere di interpretare lo Statuto - e quello del presidente che sarà "capo politico" del Movimento e con piena agibilità.

"Il Presidente - si legge - è il rappresentante politico del MoVimento Stelle in tutte le sedi e situazioni, formali e informali, in cui siano richieste la presenza istituzionale o le determinazioni politiche dell'Associazione, sia in Italia e sia all'Estero". Inoltre "dirige e coordina la comunicazione delle attività del MoVimento 5 Stelle e degli eletti del MoVimento 5 Stelle, della Scuola di Formazione e delle correlate iniziative e produzioni editoriali e pubblicitarie, attraverso qualunque mezzo e con qualunque supporto, anche multimediale" e "ha la responsabilità di coordinare e di assicurare la uniformità della comunicazione del MoVimento".

Inoltre "dirige e coordina i rapporti con altre forze politiche o movimenti politici - si legge ancora ed "è responsabile dell'utilizzo del simbolo del MoVimento 5 Stelle, anche per tutte le attività collegate alle tornate elettorali" e "presiede il Consiglio Nazionale, dirige e coordina il Comitato per la prossimità territoriale, dirige e coordina il Comitato per la formazione e l'aggiornamento, determina la quota delle risorse del MoVimento Stelle eventualmente da destinarsi ai Gruppi territoriali finalizzati a progetti e iniziative". 

Il Presidente che avrà un incarico di 4 anni e per non più di due mandati consecutivi e potrà essere sfiduciato con delibera assunta all'unanimità dai componenti del Comitato di Garanzia e/o dal Garante, ma solo se ratificata da una consultazione in rete degli Iscritti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppe Conte torna in video e chiede pieni poteri sul futuro del M5s: "Il 2 agosto si vota il nuovo statuto"

Today è in caricamento