rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Lo sfogo

Biancofiore senza freni: "Berlusconi ha sbagliato tutto, forse lascio la politica e apro un'azienda per animali"

L'ex forzista è delusa per la fine del governo Draghi. Dà la colpa anche all'ex premier ma a Today ha detto: "Questa legislatura è nata male". L'intervista

Michaela Biancofiore ha quasi quaranta anni di politica sulle spalle. Non è una che viene da nulla. Imprenditrice, è stata militante, poi è stata consigliera comunale, provinciale della sua Bolzano per Forza Italia. Poi è stata eletta in Parlamento come deputata di Forza Italia, poi nel Pdl, da sempre vicinissima e fedelissima di Silvio Berlusconi. Alle elezioni politiche del 2018 è stata candidata alla Camera nel collegio uninominale di Bolzano, dove è stata sconfitta da Maria Elena Boschi mentre stata capolista nel listino proporzionale del collegio plurinominale Emilia-Romagna - 04, nel quale invece è stata eletta. Biancofiore è così entrata in Parlamento ma nel dicembre 2019 ha annunciato l’addio al partito dopo 26 anni di militanza in seguito alla sua “destituzione" da coordinatrice regionale. Nel maggio 2021 ha aderito a Coraggio Italia, il nuovo partito fondato dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro insieme al presidente della Liguria Giovanni Toti e a parlamentari di diversa provenienza. Oggi la scelta dell’ex cavaliere, quella di contribuire a far cadere Draghi, è l’ultimo boccone amaro. Non ha mai rinnegato la sua anima berlusconiana e per quello oggi è tra i più delusi dall'ex cavaliere. 

Onorevole che cosa pensa di fare ora?
“Mi preoccuperò di aiutare a creare un contenitore alternativo e sempre affine al centrodestra perché io sono spudoratamente di centrodestra e stimo la Meloni da morire e io sto in quell’area là. Però in questo momento sto pensando di lasciare la politica perché ho molta amarezza per quello che ho visto in questa legislatura. Allucinante”. 

Il Governo Draghi non c'è più: la diretta

Cosa l’ha delusa?
"Ma tutto, tutto. Questa è una legislatura nata male, dalla quale oggettivamente non era uscita la maggioranza e allora se vogliamo dirla tutta adesso Luigi Di Maio lo hanno fatto diventare tutti uno statista quando io, due giorni dopo le elezioni, dissi a Berlusconi "guarda che lo deve fare Di Maio il premier perché le ha vinte lui le elezioni. Noi abbiamo co-vinto e se si deve fare un governo di unità nazionale deve farlo lui il premier". Berlusconi lo avrebbe gestito, cresciuto. È stato tutto sbagliato, capito? All’epoca ero di Forza Italia e chi non ha voluto Forza Italia nel governo gialloverde è da ricercare in casa sua. Insomma tutta una serie di errori". 

Però lei ha lasciato Berlusconi
"Ma se io ho lasciato Forza Italia è perché, dopo ventotto anni avevo una grande amarezza. Ogni volta che si diceva a Berlusconi di fare una cosa per lui, nella correttezza, nella giustezza, nei suoi interessi, lui faceva sempre il contrario E allora…"

Chi segue lui?
"Ma non si sa chi segue, forse l’ultimo che gli parla nell’orecchio. A questo punto non si sa più chi segue". 

Adesso però lei è in Coraggio Italia
"Sì e sono vice presidente di Coraggio Italia e mi piace aiutare Brugnaro a creare qualcosa di più grande nell’ambito del centrodestra. Poi la politica, la mia candidatura…perché qua sembrano sempre tutte persone che smania per avere o riavere il posto. Non è così. Io ora sto creando un’azienda dedicata agli animali e ho avuto a che fare con troppe bestie". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biancofiore senza freni: "Berlusconi ha sbagliato tutto, forse lascio la politica e apro un'azienda per animali"

Today è in caricamento