Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Lite in diretta su La7, D'Alema al giornalista Damilano: "Lei è stupido e bugiardo"

Il confronto degenera quando Damilano azzarda un paragone con Renzi, per D'Alema ai limiti della blasfemia

Scintille a Piazzapulita con Massimo D'Alema che apostrofa malamente il vicedirettore dell'Espresso, Marco Damilano. Il giornalista aveva ricordato all'ex premier del think tank creato a metà anni '90, un gruppo che poteva vantare personaggi come Fabrizio Rondolino, Claudio Velardi, Matteo Orfini: "Tutta gente che oggi è diventata renziana - gli ha ricordato Damilano - Non si sente un po' responsabile per aver creato politicamente Matteo Renzi?". D'Alema tiene la barra salda e risponde solo un po' piccato: "Per questo lo combatto tutti i giorni, per rimediare all'errore fatto".

Il confronto degenera. Damilano azzarda un paragone proprio con Renzi, per D'Alema ai limiti della blasfemia: "Nel 1998 lei disse a Romano Prodi: 'Stai sereno...". D'Alema a quel punto attacca: "Lei è uno stupido... e anche bugiardo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in diretta su La7, D'Alema al giornalista Damilano: "Lei è stupido e bugiardo"

Today è in caricamento